martedì 20 novembre 2018

LUNA PIENA IN GEMELLI: IL RESPIRO DELLA LIBERTÀ



Non potrai mai essere libero se non racconti la verità

L'energia del Novilunio in Scorpione dello scorso 7 Novembre che ci invitava a contattare le nostre paure per aprirci alla verità, raggiunge il suo culmine diventando più visibile invitandoci a condividere quel mondo emotivo legato ad antiche paure che da soli non riusciamo a gestire. 

Come già avevo accennato qualche giorno fa, questa Luna Piena che vibrerà nel segno del Gemelli il 23 Novembre alle 6:39am mi piace davvero molto!

Infonde fiducia, speranza ed ottimismo nell'essere umano che tende spesso a nascondersi e lo fa incoraggiandoci a scoprire chi siamo veramente, ed ovviamente le tensioni non mancano mai quando veniamo chiamati ad affrontare e a dire la verità.

Perché?

Bhe' perché la verità che abbiamo raccontato in passato ci ha pure ucciso (o questo è quello di cui siamo stati convinti), pertanto nelle vite successive siamo arrivati al punto di nascondere i nostri pensieri, le nostre emozioni, le nostre idee e la nostra identità per paura del rifiuto che null'altro è la paura della morte ad un livello ancora più profondo.

In questi giorni di grandi cambiamenti vibrazionali con l'entrata di Giove in Sagittario, i Nodi Lunari che hanno cambiato segno, Mercurio entrato in moto retrogrado e la materia oscura che sembra aver invaso il nostro sistema solare veniamo ancor di più sollecitati ad espandere ciò che nascondiamo, ed in altre parole veniamo chiamati a dire la verità, a mostrare la nostra vulnerabilità, ad osservare il nostro lato ombra e soprattutto ad accettare tutto senza alcun giudizio non come qualcosa di negativo, ma semplicemente come la verità del momento. Perché come puoi sentirti libero se nascondi la verità?

Non vi è libertà più immensa di scoprire chi siamo veramente! Affrontare la verità è un passaggio inevitabile se vogliamo arrivare alla nostra vera Essenza riscoprendo di essere solo Amore!
Perché un'anima che sa di essere amore, non prova alcuna paura, ma se fuggiamo dalla paura spaventati di un passato che ci perseguita, quell'amore non possiamo incontrarlo. Quella paura ci parla di qualcosa che è successa un tempo! Non di quello che potrebbe succedere. Se hai paura che qualcosa succeda, è perché nella tua memoria cellulare è successo chissà quanto tempo fa, pertanto la paura è sempre e solo legata al passato o al futuro. E se siamo nel passato o nel futuro non possiamo che vivere nel regno della mente dove non possiamo percepire in alcun modo il sostegno dello Spirito, in quanto è la paura stessa ad impedircelo portandoci altrove.

La paura infatti appartiene ad una mente fin troppo ancorata a vecchi ricordi (magari neppure suoi) e quei ricordi (se karmici) molto probabilmente sono legati alla paura della morte.

Ecco che dunque, con un ricordo inconscio del genere, l'unica cosa che ci interessa è sopravvivere e pertanto faremo di tutto per sopravvivere, addirittura accontentandoci! Mentre la mente dell'ego vive la vita al posto nostro.
Mostrare chi siamo ma soprattutto cosa prova il nostro cuore è fin troppo pericoloso, (dice la mente inconscia), e dal momento che ci crediamo, soffriamo.

Arriviamo dunque a fuggire non solo dagli altri, ma pure da noi stessi dedicando anima, corpo e tutto il tempo che abbiamo ai nostri hobby, al lavoro, ad obiettivi da raggiungere (chiaramente futuri) , a ideali da condividere, cosa da dimostrare, conquiste da raggiungere, ruoli d difendere, fiducia da condividere e persone da convincere o aiutare e salvare mostrandoci come coloro che hanno capito tutto, trovando la scusa perfetta per allontanarci dal nostro centro.  Siamo sempre un passo in avanti rispetto a questo momento, e così... riusciamo a fuggire da quello che proviamo e sentiamo, illudendoci che forse siamo riusciti a domarlo, quando semplicemente siamo riusciti a nasconderlo tanto quanto nascondiamo noi stessi ogni singolo giorno mostrando la maschera migliore che abbiamo.

Quanto ancora devi fuggire dalla paura?

In questo cielo intenso come scritto nell'articolo dedicato a Mercurio Retrogrado alcuni di noi sono davvero in contatto con un lato ombra che si presenta dirompente e senza alcun controllo e magari sfruttano l'energia di Giove per proiettarsi fin troppo oltre, speranzosi che questo momento passerà presto, magari consultando qualcuno in merito.

In questo modo la resistenza a questo momento aumenta e diventa più determinata perché tanto "tizio o caio" mi ha detto che fra un mese tutto passerà e sarà più semplice, non mi resta che resistere. La mia attenzione è rivolta ancora una volta al futuro (Sagittario) al fine di fuggire da questo momento considerato (sempre dalla mente) troppo difficile da vivere ed affrontare.

E vuoi sapere perché è così difficile? Proprio perché ti proietti lontano dal tuo potere viaggiando nel tempo, e lo fai proprio mentre vieni chiamato ad ascoltare ed osservare che ancora stai resistendo a quello che sta succedendo ORA! L'avrai sentito dire più volte "ciò a cui resisti, persiste" perché dunque insisti?

Giove e Mercurio stanno stimolando in te la fiducia in Dio, nello Spirito che ti sostiene in questo processo trasformativo, ma se vivi nel passato e nel futuro non puoi sentirlo! Sei nel regno della mente, è normale che in quel regno tutto è più spaventoso e non puoi che sentirti solo, sei anche tu che scegli di lasciare tutti fuori.
Devi uscire allo scoperto e tornare a questo momento! è li che troverai la forza!

Il Sole che illumina questa Luna Piena vibra nel segno del Sagittario, e si trova in stretta congiunzione con Giove, molto potente nel segno che governa.
Entrambi Sole e Giove al momento del novilunio vibrano in casa prima, nella casa dell'io, e dell'Ariete pertanto ci viene richiesto di non aver paura (Ariete) di mostrare chi siamo (casa prima).
La Luna in opposizione vibra di conseguenza in casa settima, e vibrando in Gemelli come minimo ci suggerisce di condividere (Gemelli) le proprie emozioni (Luna) con gli altri (casa settima) che in questi ultimi giorni sono diventate molto più visibili con l'avvicinarsi della Luna Piena, al fine di poterci sentire veramente liberi (Sagittario e Gemelli - Ecco la fusione dei due opposti)

Ma bisogna fare attenzione a questo invito e stare attenti a non pretendere l'ascolto, perché se lo pretendiamo da una parte già siamo convinti che verremo rifiutati, di conseguenza stiamo parlando solo in cerca di qualcosa, di amore, di ascolto e non siamo affatto in contatto con noi stessi in quel momento, ma stiamo chiedendo all'altro di esserlo. In questo caso non potremo che rimaner delusi, trovando l'ennesima scusa per ritirarci e nasconderci ancora ed ancora.

Noi dobbiamo prima di tutto limitarci ad espandere la verità con fiducia, senza nutrire alcuna aspettativa e senza la minima pretesa!

Il Segno ad ascendere ad Est al momento del plenilunio è il Segno dello Scorpione che ha ospitato lo scorso novilunio, il quale incorona sia Marte che Plutone signori di questo oroscopo.
Uno dei messaggi celati in questo Tema è che abbiamo già tutto il necessario per vivere (non per sopravvivere, per vivere!), ma per scoprirlo dobbiamo smascherare ed attraversare le paure che ci impediscono di sentirlo.

Vi è un unico pianeta che quadra questo Novilunio ed è Marte nel segno dei Pesci che ovviamente non a caso vibra nella casa della Luna e governa tutto il Tema Natale, pertanto si rivela di vitale importanza!
Nel cuore dell'animo umano vibrano paura e rabbia inespresse, non è forse ora di liberarle?

Come abbiamo visto nell'articolo a lui dedicato questo Marte non è un guerriero che deve difendersi dimostrando qualsiasi cosa, questo è il guerriero spirituale che depone la spada e volge lo sguardo dentro se stesso affrontando la propria fragilità, rivolgendosi nell'intimità dell'anima per osservare il nemico interiore dal quale fugge continuando a proiettarlo fuori. Questa è la sfida che lancia questo Marte, e se noi accogliamo questa sua sfida, riusciremo con il tempo a riconnetterci alla verità che siamo, puro Spirito, puro Amore.

Approfitta dunque di queste vibrazioni cosmiche per abbracciare la resa ed iniziare ad osservare il nemico interiore dal quale fuggi. Quello è il nemico che si traveste come tuo migliore amico convincendoti che il nemico è fuori, è l'altro e che tu sei una vittima incompresa che sa di meritare amore senza riuscire ad ottenerlo. Non cadere nella sua trappola perché non è affatto così! 

Innanzitutto non puoi ottenere ciò che già sei, secondariamente devi osservare quanto questa convinzione viene utilizzata come precauzione portandoti ad allontanare da te gli altri e l'amore a priori, in modo da continuare ad avere un abili che ti garantisce la sopravvivenza dimostrandoti e confermandoti che l'amore per te non c'é. E se fossi proprio tu ad allontanarlo?

Sfrutta l'energia di questo Plenilunio per aprire il tuo cuore alla vulnerabilità, alla fragilità, alla rabbia e alla paura ed aiutati con il respiro (Gemelli) e piuttosto che dire "mi hai ferito", potresti dire: "quello che hai detto fatto ha provocato in me una ferita". Se l'altro è maturo abbastanza per poter comprendere queste parole, cercate di collaborare insieme, mentre se l'altro è fin troppo intrappolato nelle sue stesse ferite, torna da te! In realtà non hai bisogno dell'altro per affrontare le tue paure o risolvere i tuoi "problemi", l'altro ti aiuta a vederli semplicemente provocando qualcosa che già esiste.

Pertanto piuttosto che continuare a fuggire da quello che c'é innescando la strategia di vendetta e di isolamento, segui il consiglio di Marte, deponi la spada, torna da te ed osserva di cosa sei convinto! 

Che non meriti amore?
Che non vieni ascoltato?
Che vieni respinto?
Che nessun ti può amare?
Che a nessuno interessa cosa hai da dire?

Di cosa sei convinto? Di cosa hai paura?

Quando lo scoprirai sappi che stai continuando a creare tale convinzione utilizzando l'altro come scusa che deve aiutati a confermare le tue convinzioni.

Pertanto ancora una volta, abbandona la lotta ed ogni giudizio, torna nel tuo centro (casa quarta), torna da te, abbi fiducia in questo processo intenso anche se doloroso, aiutati con il respiro ed abbi fiducia in quello che sei, sapendo che hai già tutto il necessario per vivere, ora in questo momento! E non hai minimanete bisogno che sia l'altro a dimostrartelo!

Smettila dunque di fuggire lontano! Torna a questo momento ed abbi fiducia in questo viaggio di esplorazione interiore. Sfruttando in modo costruttivo la corrente favorevole di Giove, accogli quello che c'é in questo momento e trova qualcuno con cui condividerlo, e se non dovessi riuscire a trovare nessuno, fa che quel qualcuno sia tu! 

Buon Plenilunio

Claudia Sapienza

Un ulteriore breve suggerimento qui

(Se lo desideri a questo link puoi scaricare SPIRITO, un libro di riflessioni, o seguirmi sulle mie pagine AstroSapienza e AstroMedicineDance)


Se invece desideri un'analisi computerizzata seria! puoi ordinarla qui:

sabato 17 novembre 2018

MERCURIO RETROGRADO IN SAGITTARIO: Quanta fiducia hai in Dio ed in te stesso?




Se solo sapessi quanto temi il tuo potenziale creativo... 


In un mese di grandi cambiamenti Mercurio entra in moto Retrogrado in Sagittario, ma come ben sappiamo nessun Pianeta agisce mai da solo!

Con chi dunque, collabora questo Mercurio che il 17 Novembre alle 2:33 arresta il suo moto diretto fino a tornare in Scorpione il 1 Dicembre per poi arrestare il moto retrogrado il 6 Dicembre?

Innanzitutto con Giove in Sagittario che ha portato grande cambiamento energetico, Forza, Fiducia, Speranza ed Ottimismo.
Poi con i Nodi Lunari che dal 16 Novembre hanno cambiato segno!
Con Saturno in Capricorno e Plutone in Capricorno che ci accompagneranno ancora per un pò (Plutone soprattutto)
Con Nettuno in Pesci che all'entrata di Mercurio in Sagittario si trova in perfetta congiunzione con la Luna che ha da poco lasciato la congiunzione con Marte da poco entrato in Pesci.
Con Urano ancora in moto retrogrado in Ariete, con Venere da poco uscita dal moto retrogrado e con Kirone in Pesci sempre in moto retrogrado.

Ma vi è un altra massa con la quale sicuramente interagirà, ed è la così tanto temuta materia oscura che sembra aver avvolto tutto il sistema solare! La cosa si fa intrigante e molto più affascinante del solito! La materia oscura ci avvolge e Mercurio (Messaggero degli Dei che vieni utilizzato dalla mente per interpretare, percepire e creare) entra in moto retrogrado? wow...

E' sicuramente tempo di riflettere, ma forse cambiando completamente prospettiva!

Innanzitutto è saggio considerare che a questa materia le è stato assegnato il nome "oscuro" perché ancora non è stata definita chiaramente e perché rappresenta una massa materia apparentemente priva di "oggetti distinti" che l'occhio umano ovviamente non riesce ad individualizzare, perché non emanano abbastanza luce. Ma per maggiori informazioni vi invito a leggere questo articolo o rischio di dilungarmi troppo.

In sintesi credo che questa materia oscura voglia contribuire e portarci ad osservare quella forza presente in ognuno di noi sulla quale non abbiamo messo luce perché, forse, siamo stati noi stessi a spegnere nel momento in cui ci siamo dimenticati di essere divini, cadendo nella dimensione dell'illusione che ci mostra un mondo che proiettiamo senza saperlo.

L'avvicinarsi di questa materia oscura pertanto credo che possa influire in modo molto invisibile ed assai potente in ognuno di noi, cercando di portare a galla ed in superficie tutto quello che noi abbiamo represso dentro di noi. Che sia il dolore quanto la forza! Ci sono cose che dobbiamo vedere, e ci sono realtà che dobbiamo osservare. E questa volta non parlo solo del mondo emotivo che rinneghiamo, ma anche del potenziale divino che non riconosciamo.  
Non riconoscendo in noi questo potenziale veniamo avvolti dall'oscurità e dalla paura vendendo le perle ai porci, ovvero vendendo la nostra energia ad una mente che ci vuole ancora schiavi creando la SUA realtà, non quella divina.

Ma ecco che l'Universo verità alla quale apparteniamo sta drasticamente cambiando energia e le nostre menti automaticamente si stanno alquanto spaventando. Cos'é questa cosa che percepisco dentro di me? E' anni che non lo sentivo! Ma non ci avevo lavorato mesi fa? E via dicendo...

Se percepisci qualcosa di scomodo, vuol dire che l'hai ritenuto talmente scomodo da reputarlo "immondizia", uno scarto, ed ecco che ora questa materia oscura che hai rinnegato si presenta con molto più impeto perché come dico sempre: non vi sono altre vie! Ci devi passare attraverso!

Non a caso Mercurio entra in moto retrogrado nel segno del Sagittario fino a tornare in Scorpione, il segno più oscuro dello zodiaco! Dandoci la possibilità di mettere Luce sulla parte oscura che rinneghiamo, come riaccendere la parte divina in noi che non riconosciamo!

E per farlo ci viene richiesto coraggio, infatti nel suo moto retrogrado formerà una quadratura con Marte in Pesci (il Guerriero Spirituale) fino a congiungersi con il Sole e Giove a fine Novembre che infonderanno in noi maggiore fiducia nell'intraprendere questo viaggio a ritroso alla scoperta della mente oscura che governa le nostre vite.  Mentre si troverà congiunto a Sole e Giove, formerà un bellissimo trigono (di grado) con la Luna in Cancro congiunta a sua volta con il Nodo Lunare Nord che come abbiamo visto nell'articolo dedicato ai Nodi, ci invita ad osservare la nostra vulnerabilità, cosa possibile da fare solo dopo che abbiamo abbandonato il controllo.
Il trigono si rinforzerà quando Mercurio entrerà in Scorpione inizio Dicembre, mentre Venere invece entrerà in Scorpione, dobbiamo sentire dentro di noi quell'Amore che cerchiamo fuori! Ma per sentirlo dobbiamo vedere quanto lo nascondiamo dietro "la materia oscura".



Ciò a cui resisti, persiste!


Il cosmo è un orologio perfetto! Tutto è in perfetta sincronia, ma per riuscire a vederlo e soprattutto sentirlo dobbiamo smettere di dirigere la nostra vita e lasciare che sia.

Se pertanto in questi giorni ti senti perso, non cercare di comprendere nulla! Lasciati trasportare senza alcun controllo perché non sai dove il cosmo ti vuole portare, ecco perché Giove vibra in Sagittario, perché ti devi fidare! 

Ecco perché Marte vibra in Pesci, perché devi smettere di difenderti e devi risvegliare il guerriero spirituale

Ecco perché Urano vibra retrogrado in Ariete, perché devi osservare il soldatino che lotta contro tutti e tutti sentendosi sempre sotto minaccia.

Ecco perché Saturno vibra in Capricorno, perché ti invita a tornare all'essenziale!

Ecco perché Plutone vibra in Capricorno, perché ti invita ad abbandonare il controllo per rinascere a nuova vita.
Ecco perché Nettuno vibra in Pesci, perché desidera espandere i tuoi confini per farti percepire che fai parte del tutto e che per percepirlo questo tutto devi lasciare andare quella zona comfort che tanto proteggi sentendoti solo!

Mercurio in Sagittario dunque ci spinge dentro di noi per osservare quanta fiducia fede e speranza riponiamo in Dio ed in noi stessi soprattutto!
Ci stimola a riflettere ed osservare quanto la nostra mente auto-sabota ogni cosa che creiamo allontanando Dio dalla nostra vita, un Dio che poi rincorriamo cercandolo fuori!
Ci aiuta vedere come percepiamo ed interpretiamo la vita!

Pertanto in questi giorni in cui vibrerà in moto retrogrado, rallenta il passo pure tu! e smetti di porre resistenza. Le cose non vanno come vuoi? fermati! forse devono andare in modo diverso o ci sono cose che devi RI-considerare!
Osserva la mente, i tuoi pensieri, e come giudichi ed interpreti la realtà di cui sei testimone!
Osserva il tuo film e chiediti: quello che vedo (quello che proietto) mi sta mostrando che ho fiducia in Dio e nel disegno Divino oppure no?

No??? Allora entra dento di te, affronta e guarda senza paura quella potente energia oscura dalla quale fuggi, perché è attraversandola, accogliendola e guardandola in faccia che le dai spazio ed il diritto di esistere. Così facendo scoprirai che proprio accogliendola darai modo a te stesso di rinascere a nuova vita! 
Come in cielo così in terra, come dentro così fuori, nella parte oscura dalla quale fuggi e che non vedi vibra tutto il tuo potenziale, lo senti e lo temi al tempo stesso, perché sai quanto è potente e sai quanto può fare danni, ma non se ti ricongiungi a Dio e alla verità che sei!!

Claudia Sapienza

(Se lo desideri a questo link puoi scaricare SPIRITO, un libro di riflessioni, o seguirmi sulle mie pagine AstroSapienza e AstroMedicineDance)

Se invece desideri un'analisi computerizzata seria! puoi ordinarla qui:

venerdì 16 novembre 2018

MARTE IN PESCI: IL GUERRIERO SPIRITUALE

MARTE è il pianeta che ci parla di coraggio, azione, e ci mostra come ci difendiamo se veniamo attaccati ma anche in che modo lottiamo per realizzare i nostri desideri che possono essere sia materiali che spirituali, molto dipende dal segno che occupa.
Marte è entrato nel segno dei Pesci il 15 Novembre e prima di diventare molto diretto, forte e combattivo quando entrerà in Ariete desidera risvegliare il Guerriero Spirituale! (dal mio punto di vista ovviamente).
Desidera dunque risvegliare colui che non lotta per difendersi sentendosi attaccato e sempre sotto minaccia, ma lotta per creare e per agire a favore del tutto.
Ma cosa significa risvegliare il Guerriero Spirituale? Potrebbe significare diverse cose ma quello che per me significa è molto legato ad un desiderio di conquista che deve avere un'energia eterica, invisibile, apparentemente inafferrabile e nel contempo vasta.
Proprio come è lo Spirito. In questo segno dunque Marte potrebbe desiderare di bere alcohol per dimenticare come pure attingere alla fonte suprema che nutrirà l'anima in profondità facendola sentire parte del tutto!
Oggi i Nodi hanno cambiato segno (nella mia pagina l'articolo), oggi la Luna è nel segno dei Pesci e questa mattina si è congiunta a Marte. Giove è in Sagittario, il Sole in Scorpione, Saturno e Plutone in Capricorno, Urano in Toro e Nettuno in Pesci e domani Mercurio entra in moto retrogrado. Rifletti!
Per uscire dalla tua zona comfort non devi lottare contro un nemico che proietti fuori, ma devi abbandonare la lotta e riconoscere con coraggio le tue ferite interiori che ti portano sempre a stare sulla difensiva, a difendere le mura della tua zona comfort che comfort non è per niente! Solo lottando per arrenderti ed abbracciando la resa abbandonando il controllo potrai trovare il coraggio di accogliere quel mondo inafferrabile ed indomabile delle emozioni inconsce che ancora ti portano a proiettare sempre la stessa realtà.
Non devi affrontare di petto nessuno, se non te stesso. Ma non come agirebbe l'Ariete, piuttosto come agirebbe il Pesci, che spesso in difficoltà con questa configurazione particolare evita il conflitto.
Certo che lo evita, perché non è il conflitto che nutre chi ha Marte in Pesci!
Questa configurazione viene molto nutrita dall'arte, dalla danza, dalla contemplazione e dalla creazione e poesia, pertanto in questo periodo dove viene molto sollecitato l'abbandono del controllo non dimenticare di essere una creazione divina contemplandola tutta intorno a te!
Se hai paura dei conflitti fuori, vi è un enorme conflitto interiore che temi di osservare. Nutri la massima manifestazione di questo Marte che non è affatto debole come viene descritto, tutt'altro! Può infatti essere molto creativo e saggio e riuscire ad andare oltre il velo dell'illusione risvegliandosi come Guerriero Spirituale che lotta a favore del Tutto! Benvenuto Marte in Pesci!
(Se lo desideri a questo link puoi scaricare SPIRITO, un libro di riflessioni, o seguirmi sulle mie pagine AstroSapienza e AstroMedicineDance)
Se invece desideri un'analisi computerizzata seria! puoi ordinarla qui:
http://www.astrosapienza.ch/index.php/reports

giovedì 15 novembre 2018

I NODI LUNARI CAMBIANO SEGNO: APRI IL TUO CUORE, RICONOSCI DI ESSERE AMORE!





IL 16 Novembre alle 2:29 i Nodi Lunari cambiano di segno.

Ad essere precisi molto dipende dal metodo che viene utilizzato, ma io utilizzo per lo più il Nodo Lunare Medio. Ma a tal proposito vi invito a cercare informazioni in rete scrivendo in google Nodo Lunare Medio - Nodo Lunare Vero. In questo articolo vorrei focalizzarmi sul cambio di energia che coinvolgerà un pò tutti, ma soprattutto le anime che verranno al mondo nei prossimi mesi.

Ma partiamo innanzitutto dalla spiegazione dei Nodi Lunari, cosa sono e cosa rappresentano?

Non sono dei pianeti, ma sono due punti.



Nel vostro tema natale di Nascita indicano il cammino evolutivo che l'anima è chiamata a compiere in questa incarnazione. 
Il Nodo Lunare Sud, il cui simbolo appare come un ferro di cavallo a testa all'ingiù o come una pentola, indica il vostro passato, il vostro karma, le vostre abitudine e l'energia con la quale vi siete incarnati in questa nuova vita.
Mentre il Nodo Lunare Nord indica il dharma, la direzione dell'Anima, i suoi desideri, la sua missione, la sua direzione. 
Il Nodo Lunare Sud pertanto è un energia assai conosciuta ed acquisita, mentre il Nodo Lunare Nord potrebbe essere un po' difficile da integrare solo perché si manifesta come energia nuova che deve essere sviluppata. 
Questo solo in generale, perché potreste benissimo avere il governatore del Nodo Lunare Sud congiunto al Nodo Lunare Nord, e dunque l'energia potreste già conoscerla bene, ma sicuramente venite chiamati a contattarla e manifestarla in modo diverso ed evolutivo.

Ma se volete maggiori informazioni sui Nodi Lunari nel vostro tema Natale vi invito a leggere questo articolo.

Osserviamo i Nodi Lunari da un punto di visa astronomico.

La terra orbita il Sole, ma dal nostro punto di vista la visione è diversa. 
Infatti per millenni i nostri antenati credevano che fosse proprio il contrario, ovvero che fosse il Sole ad orbitare la terra. 
Ma come ben sapete l'astrologia si basa sull'osservazione del cielo dal punto di vista della Terra, pianeta che ci ospita, osservare il cosmo da questa prospettiva si rivela necessario per comprendere le vibrazioni che ci influenzano da vicino, sia collettivamente che individualmente. 
Pertanto potremmo ben immaginare e visualizzare il Sole che ruota intorno alla Terra viaggiando su una linea immaginaria che lo porterà ad attraversare in un anno tutti i segni dello zodiaco. 
E lo stesso discorso vale per la Luna, anche lei compie il suo moto intorno alla Terra venendo influenzata dalle vibrazioni di tutti i segni zodiacali nell'arco di 29 giorni circa. 
Il tragitto che il Sole compie viene chiamato dall'astronomia eclittica, mentre dall'astrologia, zodiaco. 
Lo zodiaco è una fascia della volta celeste che si estende per 9° da entrambi i lati dell'eclittica.  


La sfera celeste invece è una sfera immaginaria sulla cui superficie sono proiettati tutti gli astri. 

Sole e Luna pertanto viaggiano su un tragitto immaginario venendo influenzati dalle vibrazioni dello  zodiaco (dei segni zodiacali) e si intersecano fra di loro in due punti.
Il Nodo Sud (Ketu) rappresenta il punto di intercessione ascendente (vedi figura), mentre il Nodo Nord (Rahu) rappresenta il punto di intercessione discendente.

Simbolicamente è come se noi venissimo al mondo passando dal Nodo Sud, portando con noi la vibrazione del cielo al momento della nostra nascita, e fossimo proiettati verso il Nodo Nord durante il corso della nostra vita ed evoluzione. 

Negli ultimi mesi (con il Nodo Lunare Sud nel senso dell'Aquario, un segno alquanto ribelle e rivoluzionario) si sono dunque incarnate anime con un karma legato a queste possibili manifestazioni, anime possibilmente rivoluzionarie, ma magari anche anime un po' troppo focalizzate nel dover ad ogni costo mostrare il proprio valore e la proprio unicità, o anime che in cuor proprio si sono sentite sempre esiliate. Sarà l'analisi del tema natale a dare maggiori chiarimenti. 

A livello collettivo invece venivamo messi molto in contatto con rabbie inespresse del passato che ci portavano a ribellarci all'infinito contro ogni cosa o persona. I genitori, la cultura o la religione solo per fare pochi esempi. 

Ora dal Nodo Lunare Sud in Aquario e Nodo Lunare Nord in Leone passiamo al Nodo Lunare Sud in Capricorno, e al Nodo Lunare Nord in Cancro. 

La collettività ribelle se con il Nodo Sud in Aquario ha deposto la spada desiderosa di una rivoluzione interiore per sentire il battito del Cuore, ora avrà il tempo di fermarsi per osservare la resistenza ed il controllo in grado di prendersi il tempo di ascoltare le proprie emozioni. Dal ribelle che deve abbandonare la lotta, arriviamo all'abbandono del controllo che esercitiamo sulla vita, sulle nostre emozioni, su noi stessi e sugli altri per permettere ad antiche lacrime di fluire senza alcun giudizio. Il Karma collettivo che deve essere liberato è quello della resistenza che ha nascosto così tanto dolore che ha creato tutta questa realtà, quella che vivi e quella che vedi.

Sia il segno del Leone che il segno del Cancro invitano ad aprire il Cuore, ma il segno del Cancro ci invita ad abbracciare e ad onorare la nostra vulnerabilità in quanto esseri umani.

In questo cambio energetico molto importante dunque dobbiamo lasciare andare il controllo che esercitiamo sulle nostre emozioni e dobbiamo iniziare non solo ad aprire il cuore ma anche ad aprirci alla vita e agli altri per renderci conto che anche per noi vi è tanto amore.

Pertanto dobbiamo osservare attentamente quanto siamo convinti di dover fare sempre tutto da soli (tipica energia Capricorno) ed iniziare ad alzare lo sguardo per vedere, che non siamo soli se non per scelta.

E semmai dovessi sentirti veramente solo, e vederti solo in qualsiasi rapporto osserva quanto tale convinzione non fa altro che creare la realtà della quale sei convinto, in modo che tu possa confermarla e ricreare ancora ed ancora.

Quando sarai stufo di dover fare tutto da solo, ti renderai conto che tutta quella forza che ti ha accompagnato fino ad oggi, quella che sussurra "ce la faccio benissimo da solo! non ho bisogno di nessuno, men che meno di te!" in realtà ti faceva sentire solo dentro! Forte forse, ma tremendamente solo, e quella solitudine ha pure creato un ego arrogante che doveva nascondere la sua fragilità per sopravvivere, convincendo tutti che può farcela benissimo da solo!

Devi tenere presente che ogni volta che allontani gli altri dalla tua vita, vuoi perché non ti fidi, vuoi perché in passato sei stato tradito, stai allontanando anche Dio dalla tua vita e dal tuo cuore, perché oltre la maschera che vedi nell'altro e le convinzioni che proietti, vi è Dio e seppure lotti con tutte le forze per farcela da solo ed allontanare l'altro dalla tua vita, pure il tuo convivente, marito o compagna senza rendertene veramente conto... sei unito al mondo e agli altri dall'essenza che ci anima.

Se ancora non è arrivato arriverà il giorno in cui crollerai e ti renderai conto di non farcela più. 
In quel momento abbandonerai ogni controllo e ti rivolgerai ad una forza più grande che non puoi prevedere o dirigere, ma che guiderà ogni tuo passo, ma in quel momento dovrai abbattere le mura che hai eretto intorno al tuo cuore, per proteggere un anima dal passato. Pertanto probabilmente dovranno fluire lacrime antiche, lacrime che hai nascosto addirittura a te stesso, talmente non potevi permetterti di cedere e di mostrare la tua vulnerabilità.

Il 19 Luglio Sole e Luna si congiungeranno al Nodo Nord regalandoci un eclissi Totale di Sole, (non visibile alle nostre latitudini), stimolando maggiormente l'apertura del Cuore. Qualcosa "deve morire" per dare vita a qualcosa di nuovo. La fine della resistenza apre le porte all'amore dove non esiste paura.

Questo cambiamento di energia ci vuole mostrare che la vulnerabilità non è segno di debolezza ma di forza e di coraggio (ammesso che non ti fai travolgere dal vittimismo diventando le tue emozioni).

La vera forza è mostrare la verità che nascondiamo da vite intere. 
Se dunque accogliamo la sfida il controllo del Capricorno si trasforma in Saggezza.
E la saggezza del Capricorno è anche quella di rendersi conto che da soli non ce la possiamo fare! 
Perché se vogliamo rimanere soli, continueremo a rimanere nell'illusione della separazione ed in quella dimensione non possiamo percepire lo Spirito dentro e fuori di noi, pertanto non possiamo sentire e ricevere l'abbondanza dell'Universo, in quanto la respingiamo a priori convinti che per noi non esiste.

A queste condizioni di isolamento non possiamo neppure percepire l'abbraccio del cosmo e di tutto l'universo che ci ha sempre sostenuto perché non possiamo sentirlo talmente siamo focalizzati sul dover controllare ogni cosa.

Quel sostengo materno, quello sempre presente accada quel che accada è la massima manifestazione del Segno del Cancro. Puro Amore.

E dunque...

Sei pronto ad abbandonare il controllo?
Sei pronto ad aprire il tuo cuore?
Sei pronto a far fluire lacrime antiche?
Sei pronto a riconoscere chi sei?

Non sei solo!
In questo viaggio vieni sostenuto da Giove appena entrato in Sagittario che stimola in te forza, coraggio, fiducia ed ottimismo! ma soprattutto FEDE! Fede nel processo, fede nella vita, fede nel Dio dentro di te!
Ma vieni sostenuto anche da tutto il cosmo (nell'articolo che ho dedicato a Giove nel blog astrosapienza.blogspot.com troverai maggiori dettagli)

Apri il tuo cuore, riconosci di essere solo AMORE!

(Se lo desideri a questo link puoi scaricare SPIRITO, un libro di riflessioni, o seguirmi sulle mie pagine AstroSapienza e AstroMedicineDance)

Se invece desideri un'analisi computerizzata seria! puoi ordinarla qui:


giovedì 8 novembre 2018

GIOVE IN SAGITTARIO: LA NUOVA VISIONE



Sono passate poche ore dall'entrata di Giove nel suo segno e già molti lo stanno festeggiando con gioia ed estremo entusiasmo, prima ancora che lui possa rivelarsi completamente!
(A dire la verità era talmente atteso che i festeggiamenti sono partiti in anticipo)


E' così per ogni segno, figuriamoci quando entra in Sagittario, ottimista dalla nascita!

Ed ecco perfettamente mostrato l'effetto che fa!
Ottimismo, slancio, fiducia ed espansione! "Arriva Giove, Arriva Giove! Allelluja, Finalmente! Libertà, Espansione, abbondanza, slancio ed avventura"

Ecco come lo accogliamo! Fosse Saturno gli volteremmo completamente le spalle, giudicandolo prima ancora che si manifesti. Infatti l'entrata di Saturno in Capricorno (a mio avviso meravigliosa) non è stata ovviamente accolta con lo stesso entusiasmo.
Ma stiamo parlando di Giove, del Gigante buono e fortunato, Luminoso quasi quanto una stella.
Il suo bagliore pertanto non può che essere splendente... oltre che accecante!

Quando Giove si avvicina ad un nostro pianeta in particolare formando una congiunzione o un aspetto armonico, (soprattutto al Sole, segno zodiacale) tante previsioni astrologiche preannunciano fortuna, espansione, guadagni ed abbondanza, ma sarà veramente così?
Chiedetelo ai segni che l'anno ospitato negli ultimi anni, o qualora foste del Sagittario cercate di ricordare se un determinato evento accaduto 12 anni fa è perdurato nel tempo ricongiungendovi a voi stessi e ad una fede incrollabile.

Anche Giove come tutti gli altri pianeti è prevedibile solo per la mente che cerca di comprendere e controllare la vita volendo anticipare la manifestazione dello Spirito, cosa assai improbabile, dato che lo Spirito si può manifestare solo nel presente.

Come dunque può manifestarsi Giove dal punto di vista di entrambi? Spirito e Mente?

Porterà Fortuna o Miraggi?
Espansione o difficoltà?
Si suppone espansione se l'aspetto è armonico, mentre piuttosto restrizione se si tratta di una quadratura.
Molto, come sempre, dipenderà dalle nostre reazioni e da cosa Giove andrà ad espandere, ma soprattutto dipenderà da tutto il Tema Natale che interagirà con tutti i transiti planetari e non solo con Giove!

Da prendere in considerazione innanzitutto che la mente umana percepisce la fortuna solo in un certo modo, mentre lo Spirito potrebbe presentartela in tutt'altro modo, pertanto il primo consiglio che posso darvi è: abbandonate qualsiasi aspettativa!!!

Il Dio dell'Olimpo è entrato in Sagittario l'8 Novembre alle 13:39, poche ore dopo il potente novilunio in Scorpione, pertanto la prima energia che espanderà e vorrà portare in superficie sarà quella che è stata sollecitata in questo potente nuovo ciclo lunare, il quale a sua volta è collegato ad altre energie che sono state attivate precedentemente, dall'eclissi Totale di Sole del 21 Agosto 2017 per esempio.

I segni che già lo stanno festeggiando leggendo le varie previsioni sono innanzitutto i segni di fuoco: Ariete e Leone, ma soprattutto il Sagittario che potrebbe percepire Dio dalla sua parte più che mai!

Questi i segni più entusiasti e profondamente certi (più che speranzosi) di ricevere molto di quell'effetto ed energie benefiche che questo Pianeta è noto elargire.

"Entusiasmo" infatti è una parola che meglio rappresenta il segno del Sagittario sempre pronto a spingersi e ad espandersi oltre, a voler conoscere l'ignoto e a buttarsi nella vita e nell'esperienza con estrema fiducia ed ottimismo in cerca della verità.

I nati sotto questo segno infatti senza sosta ed appunto sempre con estrema fiducia ed entusiasmo non smettono mai di voler imparare e conoscere ogni cosa al fine di trasmettere la loro conoscenza insegnandola agli altri, mai smettendo ti puntare sempre la freccia in alto alla ricerca di Dio, della conoscenza e della verità.
In caso fossero atei invece, alla ricerca della vita e della libertà andando ad esplorare il mondo via terra piuttosto che ad esplorare il mondo della Spiritualità, ma anche loro in modo diverso cercheranno di superare ogni limite, in quanto per il Sagittario i limiti non esistono, ma sono solo mentali.

E c'é sicuramente del vero in questo, ma molto dipende da quanto alla lettera ci identifichiamo con questa convinzione.
Una mente identificata con il proprio io e convinta di non avere limiti e che pertanto può fare qualsiasi cosa arriva addirittura a sfidare Dio e lo Spirito senza rendersene conto, credendo di essere altrettanto potente, infatti Zeus (Giove) è noto come il capo di tutti gli Dei.

Cosa potrebbe dunque accadere ora che Giove incontra il suo segno e che pertanto le due energie si fondono intensificando di molto queste caratteristiche?

Innanzitutto verrà espansa nell'umanità il desiderio di una nuova visione e conoscenza, il punto cruciale è: dove andremo a cercarla?

Molto come sempre dipenderà dalla nostra reazione e dalle nostre scelte, ma questa grande spinta potrebbe intensificare (o per lo meno stimolare) la fiducia interiore e la consapevolezza che un mondo migliore è possibile e che noi, come parte integrante dell'Universo, possiamo fare qualcosa, soprattutto grazie al supporto di Urano che ci invita a rompere gli schemi e a Saturno che ci invita a tornare all'Essenziale!

Ma come sempre vi è l'altro lato della medaglia anche per Giove e bisogna considerarla attentamente per non cadere preda della mente egoica. 

Se fossimo troppo focalizzati sul rincorrere i desideri personali questa eccessiva sicurezza ed ottimismo potrebbero anche rivelarsi come un arma a doppio taglio portando alcune anime fin troppo lontano dalla verità del momento proiettandole in un futuro alla ricerca di una verità che sentono la spinta di voler trovare ad ogni costo sfidando la realtà del momento, talmente accecate dal loro stesso entusiasmo.

Dobbiamo infatti rimanere sempre molto vigili ed osservare se stiamo seguendo il flusso della vita con fiducia, senza giudizio e senza troppe pretese o se stiamo piuttosto convincendoci che un tale obiettivo che stiamo rincorrendo da tempo ci regalerà finalmente la tanto agoniata ricompensa e realizzazione personale portandoci a focalizzarci solo su quello che rincorriamo da sempre. Come il denaro, la fortuna, l'amore, l'anima gemella e via dicendo.

Dobbiamo anche osservare ogni nostra reazione ogni volta che le cose non vanno come vogliamo noi, perché seppure ne siamo convinti, noi non possiamo sapere cosa è meglio per noi e per l'umanità, solo lo Spirito lo sa, e se noi ci affidiamo alla fonte dandole completa fiducia, le daremo la possibilità di poter interagire attraverso di noi molto più liberamente ed in modo efficace per tutti.

Pertanto in caso le cose non dovessero andare come tante previsioni benefiche stanno preannunciando, bisogna accettare che non sempre le cose vanno come noi vogliamo, ed è proprio l'accettazione di questa consapevolezza che ci da accesso alla verità che siamo, pertanto (e soprattutto) dobbiamo continuare ad avere fiducia!

Ogni giorno dal momento in cui viene molto sollecitato il Risveglio di Coscienza devi fare la tua scelta. 


Cosa conta per te e cosa è realmente importante?Vuoi servire lo Spirito o l'Ego?Vuoi rincorrere i desideri personali o metterti al servizio della divinità che sei?


Sono domande molto importanti perché dobbiamo considerare che Giove, se utilizzato dall'ego e dalla mente, potrebbe distogliere attenzione dalla verità che siamo ora per mostrarci i miraggi da raggiungere fuori, miraggi ovviamente che andranno a nutrire solo l'ego a livello personale e solo momentaneamente!

Non so se sono riuscita a trasmettere la forza di questa potente combinazione e  quanto l'entrata di Giove in Sagittario andrà ad intensificare e ad espandere tendenzialmente all'esterno questa energia di entusiasmo e non so se sono riuscita a trasmettere l'altro lato della medaglia, quello dell'eccessivo ottimismo che rischia di portarci troppo in avanti alla ricerca di chissà cosa, ma spero di essere riuscita a mostrarvi le due possibili manifestazioni.

Sembra proprio che io stia andando contro-corrente.
Tutti dicono: "Evviva, finalmente Giove torna a casa sua e sarà estremamente potente, espanderà luce, ottimismo e speranza, è la combinazione perfetta della fiducia, della Luce e dell'espansione e tu diventi così pessimista?"

Non sono pessimista, ma attenta e vigile e voglio mettere in guardia sul pericolo dell'abbaglio.
Sono d'accordo! Giove desidera espandere in noi una nuova visione, desidera riaccendere la fiducia e la speranza, ma so anche che se la mente si intromette ad ogni evento planetario importante e ci porterà altrove utilizzando l'energia di Giove a suo favore.

Pertanto non voglio affatto dire che Giove in Sagittario non porterà doni, ogni pianeta lo fa! Solo che noi tendiamo a vedere il dono solo come qualcosa di bello!

Quello che ci tengo a trasmettere con queste parole è di presentarlo in tutte le sue sfaccettature, perché l'estremo ottimismo ci proietta fin troppo lontani dal qui ed ora, impedendoci si osservare con attenzione e presenza quello che in realtà sta accadendo ora.
L'euforia e l'eccessivo entusiasmo tra l'altro appartengono all'ego e alla mente, perché lo Spirito rimane sempre presente e centrato!

Dopo l'esperienza di risveglio ho compreso che ogni energia planetaria può venir utilizzata dalla mente a scopo individuale o dallo Spirito, a favore del tutto! Pertanto le due manifestazioni potrebbero essere completamente diverse.

L'ego userà sicuramente questa energia a suo favore per portarvi altrove, lontano da questo momento realizzando sogni e progetti personali, perché questo è il suo scopo, tenervi identificati con un ruolo e conquiste personali.
Lo Spirito invece desidera stimolare in noi la fiducia, soprattutto in un momento così cruciale della vita umana, dove tante cose stanno cambiando e portano confusione, tristezza, e soprattutto caos e paura.

Basta osservare il mondo fuori per comprendere cosa sta avvenendo dentro.
Il cambiamento climatico ha creato diversi danni e morti e questo mondo giorno dopo giorno sembra essere sempre meno sicuro.
Notizie negative dilagano in rete (consiglio di non seguirle o invitate quella realtà nella vostra mente creativa), e tragedie sembrano ormai essere presenti ogni giorno, ma...
stanno anche succedendo cose molto belle alle quali tendiamo prestare molta meno attenzione.

Ad ogni modo è inevitabile per tutti percepire che stiamo vivendo in un periodo epocale davvero importante. Qualcosa sta per cambiare completamente, siamo infatti immersi dal caos e da un apparente distruzione, abbiamo assolutamente bisogno di Giove in Sagittario in questo momento! 

In altre parole nei prossimi mesi Giove potrebbe anche sussurrare ad alta voce (trovandosi in Sagittario): Quanto continui a fidarti del piano divino?
aggiungendo anche: cosa puoi fare tu per collaborare?

Da una parte stimolerà senz'altro fiducia, speranza, desiderio di avventura e sicuramente luce , ma nel contempo (se sfruttato dall'Ego) potrebbe anche distrarci dal nostro compito al servizio dello Spirito proiettandoci fuori in modo da evitare di riconoscere una verità che tendiamo a tenere celata dentro di noi, mostrando solo la parte più lucente di noi (stiamo parlando di Giove, non dimentichiamolo). In questo caso quello che nascondiamo dentro, verrà proiettato fuori.

Da considerare tra l'altro che questo Giove non appena entrerà in Sagittario sarà ancora nutrito dalle energie dello Scorpione non solo perché vi ha transitato per un anno, ma perché ha accarezzato il potente novilunio nel segno delle tenebre, pertanto potremmo immaginare Giove che come una bolla gigante sta risalendo in superficie dopo aver navigato per qualche mese in profondità, e di certo non porterà a galla ottimismo, bellezza, fortuna ed entusiasmo, ma potrebbe portare a galla tutto quello che ora deve essere mostrato alla Luce del Sole con estrema fiducia, pertanto piuttosto che rincorrere la verità o la terra promessa o la nuova visione cadendo nel tranello della distrazione e della fuga, potremmo osservare quella verità che sta finalmente emergendo dopo chissà quanto tempo!
Non è forse un dono questo??? Non per la mente, ovvio!

Credo dunque che questo sia l'invito più evolutivo di questo Giove, essere fiduciosi ed ottimisti nell'osservare tutto quello che fino ad ora non abbiamo avuto il coraggio di osservare, perché quello che abbiamo dentro viene proiettato nel mondo che desideriamo cambiare!

Dobbiamo avere il coraggio di portare alla luce quello che nascondiamo e ritrovare la fiducia 
nella nostra capacità di riuscire a farlo, ma anche fiducia nel disegno divino che in questo processo ci sosterrà tutto il tempo!

Dobbiamo fidarci di Dio, dello Spirito, di Madre Terra che non si sta affatto ribellando, ma sta ricevendo le energie che noi stiamo rifiutando, e dobbiamo trovare la forza di lasciare che le cose si compino senza permettere alla mente di giudicare quello che sta avvenendo, perché i cambiamenti epocali non sono mai privi di caos e confusione.
La nostra presenza totale è di vitale importanza ed è il massimo aiuto che possiamo offrire alla Coscienza!

Se infatti riuscissimo a rimanere presenti a quello che accade in questo momento osservando le nostre reazioni e le conseguenti emozioni permettendo loro di circolare e se riuscissimo ad osservare quanto fino ad ora abbiamo lottato contro la realtà del momento, rinnegandola e continuando a proiettarla fuori, abbiamo la possibilità di liberarci da un controllo che dura da vite intere e potremmo ricevere il dono più immenso: riconoscere chi siamo al di là del velo, al di là delle emozioni, al di là dei sogni terreni, al di là dei desideri, al di là dell'anima gemella, al di là della casa, al di là delle mete da raggiungere, al di là degli obiettivi, al di là di questo mondo, per incontrare finalmente Dio dentro di noi. 

Pertanto sento che Giove desidera espandere in noi la fiducia in Dio, persa da chissà quanto tempo, e ci vuole spingere a credere che un mondo diverso è possibile, mostrandoci nel contempo quanto questo dipende in realtà da noi tutti! Giove ci stimola a fidarci e a non cadere nel tranello del giudizio che non fa altro che continuare a creare la realtà della separazione.
Giove al servizio dello Spirito ci stimola a trovare la verità del cuore dentro di noi, nella presenza totale, e ci invita a risvegliarci alla verità che siamo! 
Ci invita ad espandere e a portare alla luce quello che nascondiamo per prepararci a sentire in noi l'energia divina che siamo, in modo che proietteremo poi una realtà completamente diversa!

Ma per arrivare a questo dobbiamo rivolgerci con estremo coraggio e fiducia dentro di noi, per scoprire chi siamo al di là delle vecchie convinzioni che con il tempo hanno creato la realtà che stiamo vivendo proiettandola fuori!

Pertanto credo che Giove in Sagittario ci inviterà ad osservare con fiducia la verità che custodiamo dentro, piuttosto che ad andare oltre quello che sta succedendo alla ricerca di un'esperienza o obiettivo che deve per forza essere benefica e piacevole a livello personale. Perché se aspiri al risveglio di Coscienza devi abbandonare il concetto di individualità e tornare nella dimora celeste.

Queste ovviamente sono e rimangono pur sempre scelte personali, nonché un mio punto di vista in base ad un esperienza vissuta.
Puoi anche scegliere di rincorrere e realizzare i tuoi sogni fuori, e se lo fai mi auguro di cuore che tu non stia fuggendo da quello che c'é dentro perché lo ritieni meno importante facendo di tutto mostrare la luce migliore che hai, in tal caso credo che Giove comunque ti darà una mano!

Non dimentichiamo che Giove espande tutto quello con cui entra in contatto. 
Cosa espanderà? Nessuna previsione può dirlo con certezza.

Come reagirai a questa espansione?

E' questa la domanda che ti devi porre, e dovrai ascoltare attentamente quello che succede e succederà dentro di te nei mesi a venire, soprattutto se il suo transito ti riguarda da vicino.
Chiediti dunque: Osservo quello che Giove mi mostrerà, oppure seguo l'influsso dell'ego, alimentando il mio ottimismo e fuggendo lontano verso la terra promessa?

Ancora si tratta di scelte. 

Nessuno può sapere in anticipo cosa espanderà, solo la mente, ma dato che dalla mente ti dovrai prima o poi dis - identificare il mio consiglio è di vivere solo questo momento senza cercare di prevederlo o anticiparlo.

Pertanto non significa per forza che il suo influsso benefico espanderà il tuo ottimismo facendolo finalmente rinascere magari dopo mesi difficili , ma potrebbe espandere quel bagliore e quella maschera lucente dietro la quale ti nascondi per evitare di vedere quello che forse ti è stato mostrato in profondità, portandoti dunque a fuggire lontano, portandoti a lottare per conquistare i tuoi sogni terreni con la speranza che quel desiderio raggiungo e soddisfatto possa finalmente portare quel benessere che stai rincorrendo da tempo. Il punto è! si, ma fino a quando??

Questa infatti sarà un ottima strategia che l'ego non mancherà certo di utilizzare, pertanto siate vigili.

Non dimentichiamo inoltre che ogni pianeta non agisce mai da solo, pertanto non bisogna unicamente considerare Giove che torna finalmente in Sagittario dopo 12 anni, ma bisogna osservare che questa volta, (mentre Giove torna in Sagittario) sarà diverso dagli altri anni, in quanto  Saturno vibra in Capricorno e Nettuno in Pesci, tutte e tre le combinazioni molto forti esaltando le qualità del Pianeta che si trova a transitare nel segno che governa. Ma non bisogna neppure dimenticare di citare Plutone in Capricorno e soprattutto Urano in Toro, (che all'entrata di Giove in Sagittario si troverà in Ariete in moto retrogrado).
Questi sono i pianeti legati al cambiamento collettivo.
Per di più il 15 Novembre i Nodi cambieranno di segno. Sud (karma) vibrerà in Capricorno ed il Nodo Nord in Cancro.

Sintetizzando un attimo.

Abbiamo visto che Saturno porta all'essenzialità!
Nettuno ci stimola ad abbattere i confini!
Plutone ad abbandonare il controllo!
e Urano a lasciare andare la nostra zona comfort!

Inseriamo Giove? Dobbiamo avere fiducia in questi processi se vogliamo raggiungere la verità che siamo, dentro, non fuori!

Perché se vendiamo le perle ai porci e diamo queste energie alla mente espandendoci oltre la verità del momento rincorrendo i nostri desideri personali, potremmo non renderci conto che stiamo cercando di controllare la nostra vita (Saturno) e le nostre emozioni inconsce (Plutone), facendoci trasportare dalle illusioni (Nettuno) che sembrano garantire che una volta raggiunti questi obiettivi saremo finalmente felici, convincendoci nel contempo che stiamo rivoluzionando la nostra vita (Urano) per uscire dalla zona comfort.

Per il bene di tutti, la zona comfort che Urano ci stimola a lasciare è quella che controlliamo e dalla quale ci facciamo controllare, illudendoci di stare al sicuro. Con il moto retrogrado in Ariete all'entrata di Giove in Sagittario, questo Urano risveglia in noi la voglia di vivere e non di sopravvivere, e quando tornerà in Toro ci mostrerà cosa ci impedisce di vivere.

La zona comfort che dobbiamo osservare è con quanta forza e determinazione (ancora energie saturnine) stiamo cercando ci controllare il mondo emotivo, le nostre vite e quelle degli altri sentendoci sempre isolati dal tutto.
Questa è la zona comfort da lasciare andare! Questa è quella che Giove ci stimola ad incontrare con Fiducia!
Dunque.. piuttosto che proiettivi fuori, il mio consiglio rimane sempre quello di rivolgervi dentro, verso la verità dello Spirito e non in cerca della verità della mente che può essere solo fuori. 
Il mio suggerimento è di rimanere vigili ad ogni distrazione che si presenterà per portarvi lontano da questo momento.
Il mio consiglio è di osservare ed ascoltare senza giudizio cosa questo Giove espanderà in voi, senza dare per scontato che siano cose piacevoli o benefiche, dato che è così che Giove viene conosciuto.

Pertanto se tu dovessi sentire una spinta positiva maggiore, sfruttala per rimanere nel tuo centro e non per fuggire lontano, perché Dio non è affatto in cielo e non devi puntare nessuna freccia per riuscire a trovarlo, la verità che sei, la verità che cerchi in realtà è dentro di te, ed è lì da sempre! 
Rincorrere sogni e desideri terreni senza affrontare la realtà del momento, non è altro che una distrazione che magari sì, ti farà stare finalmente bene, ma fino a quando??

Se vuoi essere quell'ottimismo e non solo entusiasmo, piuttosto che rincorrerlo o farti spingere dalla sua energia, devi riconoscere che tutto è perfetto così come è! anche nel momento in cui non ti sembra affatto che lo sia! E' in questi momenti che dovrai continuare a crederci!

Devi riconoscere che non tanto conta realizzare i desideri personali, quanto più essere in sintonia con il disegno divino che ci sta chiamando tutti a casa.
Devi riconoscere che la verità non è in questo mondo e neppure nella conoscenza, ma dentro di te!
E questo ovviamente vale per ogni segno zodiacale!
Devi scendere dal piedistallo e non elevarti all'altezza di Dio vedendolo come separato da te, ma devi riconoscere che vi è un disegno ed un volere che va al di là della tua mente che se al servizio dello Spirito non ha davvero limiti, e devi soprattutto renderti conto che la mente individuale che rincorre sempre e solo i desideri personali, ti porta solo lontano dalla verità che sei vendendoti l'illusione che sei potente e che puoi fare qualsiasi cosa anche da solo, quando invece, da solo, non puoi incontrare Dio perché sei tu a tenerlo fuori dal tuo cuore, talmente sei convinto di farcela benissimo da solo.

Dunque non è fuori che dobbiamo cercare Dio, ma dentro! 
Solo così potremmo insieme creare una nuova visione! 

E per trovarlo dentro, dovrai prima svuotarti di tutte le menzogne di cui la mente ti ha riempito in vite e vite.

Ecco in cosa devi credere con entusiasmo!
Ecco la fiducia e l'ottimismo che dovrai sviluppare!
Che riuscirai in questo intento consapevole del sostegno Divino, costi quel che costi e qualsiasi cosa stia avvenendo nella tua vita, al fine di poter accogliere Dio dentro di te senza più bisogno di cercarlo altrove.

Quanto di fidi?

Benvenuto Giove in Sagittario!

(Se lo desideri a questo link puoi scaricare SPIRITO, un libro di riflessioni, o seguirmi sulle mie pagine AstroSapienza e AstroMedicineDance)

mercoledì 7 novembre 2018

LUNA NUOVA IN SCORPIONE: L'intensità della vita

Apri il tuo cuore alla verità! 


Il 7 Novembre alle 17:02 la Luna si fonde con il Sole diventando Nuova nel segno dello Scorpione, solo poche ore prima dell'entrata di Giove in Sagittario! Evento molto atteso dal Sagittario soprattutto! (a breve l'articolo)

Come ho ben spiegato nello scorso articolo dedicato alla Luna Piena in Toro che potrete trovare nel mio blog e sulla mia Pagina, questi sono i due segni strettamente legati al ciclo di morte e rinascita, un ciclo vitale che permette la vita vera, che va oltre il velo dell'illusione e dell'Io.

Ancora una volta il segno del Toro viene chiamato in causa in quanto sarà proprio il Toro ad ascendere ad Est al momento del Novilunio incoronando Venere signora di questo oroscopo che non si troverà tanto lontano dal Sole e dalla Luna, ma vibrerà in Bilancia nel suo moto retrogrado opponendo Urano che nel frattempo è tornato in Ariete.

La vita vera desidera risvegliarsi in ognuno di noi, ma per riuscire a vedere quanto stiamo sopravvivendo dobbiamo ancora osservare con quanta tenacia e determinazione manteniamo il controllo su una vita che pensiamo sia nostra e che ci appartenga e che soprattutto deve andare come diciamo noi, ma per osservare tutto questo occorrerà che sviluppiamo e risvegliamo in in noi la Fede, quella dello Spirito! ed in questo ci aiuterà Giove.

Dobbiamo osservare quanto controlliamo le relazioni per garantirci una sopravvivenza che è già garantita dalla vita stessa, e soprattutto dobbiamo attentamente osservare a quale vecchia storia siamo legati al fine di riconfermarla per rimanere nella nostra zona comfort.

I due luminari infatti quadreranno la Luna nera che vibra in Aquario, non tanto lontana dal Nodo Lunare Sud e pertanto in congiunzione al karma collettivo.

Quale parte di te si sente rifiutata a tal punto da indossare la maschera che meglio nasconde quel rifiuto con il quale si sente identificato? Qual'é la tua più grande paura?

Faccio solo un esempio per rendere l'idea:

Sei convinto che se ti esprimi verrai criticato? il meccanismo che nasconderà questo senso del rifiuto al quale sei inconsciamente legato potrebbe verificarsi in diversi modi a dipendenza del tuo tema natale di nascita. Potresti voler sapere e conoscere ogni cosa arrivando ad imporla all'altro con assoluta certezza, oppure potresti ritirarti, non esprimerti, rinnegare i tuoi pensieri per compiacere gli altri arrivando al punto di convincerti che sei pure d'accordo con loro, quando in realtà non lo sei affatto.

Dietro questi ed altri meccanismi inconsci vi è sempre un unico sentimento: la paura, e come ho scritto nell'articolo precedente, questa paura molto probabilmente è legata alla morte, pertanto per riuscire a guardarla in faccio ci vuole FEDE!

Il Segno dello Scorpione ci invita ad andarla ad incontrare questa paura per lasciarle spazio per esprimersi liberamente e senza giudizio, altrimenti quella paura si cristallizzerà nel nostro corpo fisico procurando dolori, stanchezza e possibili malattie. Il Novilunio infatti vibrerà in casa sesta!
E Giove ci aiuterà in questo processo direi assai vitale!

Provate ad immaginare un'energia intensa (come lo è lo Scorpione) che con tutta la forza della mente (grazie alla paura che la mente stessa genera) viene bloccata, trattenuta e rinnegata dalla mente stessa.

Dove rimane quell'energia? Nel corpo! E come può manifestarsi? molto ancora dipenderà dal tema natale di nascita e dalle proprie convinzione personali, ma come minimo per tutti si manifesterà con molta intensità ma in modo implosivo prima di trasformarsi in energia esplosiva generando una profonda stanchezza che deriva dal controllo che esercitiamo sulla vita, su noi stessi, sugli altri sulle nostre emozioni "solo perché" la mente ci dice che quell'energia è sbagliata, va rinnegata, fa paura, può portare alla morte, può avere conseguenze atroci e pertanto è meglio domarla, controllarla, rinnegarla.. e soprattutto.. non mostrarla a nessuno! 

Ed ecco dunque che nasce la superficialità che mostra solo la facciata di quello che vogliamo mostrare convincendoci pure che siamo forti, bravi, determinati perché siamo riusciti a nascondere quello che ci fa male!
Siamo forti perché resistiamo!
Siamo forti perché non molliamo!
Siamo forti perché nascondiamo tutto!
Siamo forti perché nonostante tutto il male che vibra dentro, noi siamo ancora qui!
Eppure... ci sentiamo tremendamente soli ed esclusi dal mondo, dagli altri, da Dio che non viene a soccorrerci.

Ma come può lo Spirito entrare in un corpo fin troppo controllato e protetto dalla nostra stessa mente che ci convince di continuare a nascondere, bloccare, controllare e reprimere?

Non può!

Infatti gran parte degli insegnamenti Spirituali ci insegnano ad aprire il il Cuore affinché la Luce dello Spirito vi possa entrare e possa discendere in noi lo Spirito Santo, risvegliandoci dall'illusione.
Ma aprire il cuore non significa amare a dismisura, significa a aprire il cuore ed osservare quello che c'é al fine di invitare lo Spirito Santo che possa illuminare e trasformare ogni cosa.

La sua luce è disponibile da sempre, ma solo ora forse siamo in grado di rendercene conto, perché i tempi sono maturi, perché siamo vicini alla così tanto proclamata Apocalisse, ma soprattutto perché siamo stanchi, stufi, e ci stiamo rendendo conto che da soli non ce la possiamo fare!

Ed è infatti proprio così, per quanta forza tu possa avere, arriverà il giorno in cui ti renderai conto che da solo non ce la puoi fare, perché tu, da solo, non puoi vivere e non sei nessuno! Questo perché tu in realtà sei il Tutto, e sei inscindibile dalla fiamma divina che ti alimenta e ti ha dato la vita come singolo individuo, ma per percepirlo dovrai mollare la presa alla quale ti attacchi con tutta la forza.

Perché non ce la fai?

Perché fa tremendamente paura! Perché la morte fa paura!
Perché sei legato ad una storia che la mente e l'ego usa per tenerti lontano dalla verità di questo momento! Unica dimensione nella quale lo Spirito si può manifestare!

Il problema è che nel ciclo di incarnazioni ti sei talmente identificato con la tua individualità da esserti dimenticato di essere il Tutto, arrivando a non renderti conto che stai lottando per difendere e proteggere un individualità che appartiene al passato e solo all'ego, a quella parte di te (che non sei tu) e a quell'entità che fa di tutto per tenerti lontano dalla consapevolezza di chi sei veramente, appunto perché nel risveglio di Coscienza, quella parte nota come Ego, dovrà dissolversi nel tutto che ti appartiene e pertanto ti convincerà a non mollare mai! illudendoti che sei forte per questo!

Se pertanto sei stanco, se sei stufo, se non ce la fai più, accogli le vibrazioni di questo novilunio e per una volta lasciati cadere con queste parole:

"Non ce la faccio più, ti prego aiutami ad accogliere tutto quello che c'é risvegliando in me la fede,  fatta la tua volontà"

Non confondere però la resa con l'arrendersi, perché sono due cose molto diverse.

La resa ti spinge e ti stimola a lasciare il controllo e ad accettare le cose così come sono senza alcun giudizio abbandonandoti tra le braccia dello Spirito lasciando che sia quel che sia, nell'assoluta consapevolezza che sei sostenuto in ogni istante.

Arrendersi può significare (per la mente soprattutto) che non ce l'hai fatta a resistere e persistere e che sei un fallito e che pertanto non meriti di esistere in questa vita piena di dolore e difficoltà.
Arrendersi in questi casi è altamente nocivo e controproducente al punto da aver portato diverse persone al suicidio, un gesto atroce che vuole urlare: sono solo non voglio più soffrire!

Non sei solo! 
Ti sei solo fatto convincere di essere solo, e non puoi che andare avanti a convincerti di questo se continui a difendere (da solo) e con tutta la tua forza le tue emozioni rinnegandole e nascondendole o volendole cambiare.

Sei solo se lotti da solo per difenderti e nasconderti, sei solo se dai retta alla mente che ti tiene compagnia con le sue menzogne, sei solo... se non torni nella dimora dello Spirito al quale appartieni.

Pertanto accogli queste vibrazioni ed affronta la verità con assoluta onestà!

Di cosa hai paura?
Da cosa fuggi?
Quale emozione reprimi?
Osservala perché è proprio quell'emozione a continuare ad avere potere su di te tenendoti lontano da Dio, dallo Spirito, da Madre Natura o dall'Energia Divina (ad ognuno il suo termine)
Di chi hai paura?
Perché ti senti solo?
Cosa stai difendendo?
Chi stai proteggendo?

Forse qualcuno di cui non hai neppure memoria?
Forse un ruolo di una vita precedente con la quale continui ad identificarti?

Poniti queste domande ma non andare a cercare risposta!

L'unica cosa che tu puoi fare per uscire da tutto questo è di lasciar fluire quello che c'é, nel corpo.
Se senti paura, cerca di comprendere dove, nel corpo, vibra questa paura, e semplicemente stai con quello che c'é senza però farti trascinare nel labirinto emotivo. Devi solo riconoscere che c'é.
E se non ci riesci da solo, potrebbe essere di grande aiuto rivolgerti ad un professionista che ti aiuti ad attraversarlo questo labirinto emotivo.

A chi?
Poni la domanda allo Spirito e lo Spirito ti mostrerà la persona adatta lungo il tuo cammino.

Quando? 
Nessuno può dirlo, tu non devi attendere nulla e nessuno, devi solo limitarti a vivere questo momento intensamente così come è, così come si presenta! senza più fuggire, senza più volerlo cambiare, senza più lottare.

In altre parole, senza più reagire!
E' infatti la reazione che continua ad innescare sempre lo stesso meccanismo di difesa!

E per riuscire a fare tutto questo ci vuole fede in un processo che la mente ti presenterà come doloroso! Devi avere fede! Ecco perché Giove il giorno dopo entra in Sagittario. 
Ci vuole molta fiducia per riuscire ad osservare tutto questo, e questa fiducia te la può dare solo lo Spirito!

Onora il tuo Corpo e onora la tua Anima!
Prenditi cura sia delle emozioni che del corpo fisico!
E ricordati che l'emozione è solo un energia! nulla di più!
Se riuscirai a riconoscerla come tale (ma ci vuole tempo a magari all'inizio un aiuto) avrai la possibilità di varcare la soglia dell'illusione che ti separa dallo Spirito che sei!

Lascia cadere la maschera della superficialità che nasconde un vuoto che non vuoi vedere!
Osserva le dinamiche ed i pensieri della tua mente senza giudicarli!
E soprattutto.... arrenditi alla resa ed inizia la giornata ringraziando con questa potente preghiera.

Spirito al quale appartengo,
Grazie per la vita che mi hai donato!

Aiutami a risvegliarmi dal sogno del passato,
affinché tu possa crearlo nel presente.

Aiutami a riconoscere quanto il mio cuore sia chiuso, 
affinché con forza e coraggio io possa scegliere di aprirlo alla Luce divina dello Spirito Santo riconoscendo in me la forza della fede.

Sostienimi nel cammino verso casa.
Aiutami a riconoscere e a liberare le emozioni che controllo e dalle quali fuggo
ed accompagnami in questo intenso viaggio alla scoperta di chi sono veramente. 
affinché possa io ricongiungermi alla verità che sono. 
e soprattutto 

Aiutami ad accettare la tua volontà!
Amen

Buon Novilunio

Claudia Sapienza

(Se lo desiderio puoi scaricare la pubblicazione di SPIRITO a questo link 
o seguirmi sulla mia Pagina Facebook  AstroSapienza e o AstroMedicineDance)






domenica 21 ottobre 2018

LUNA PIENA IN TORO: Di cosa hai paura veramente?

In questi giorni di estate inoltrata, in una stagione comunque autunnale che amo particolarmente, ho avuto modo di osservare la Natura attentamente ed in questo articolo desidero condividere il messaggio che mi ha trasmesso in relazione al prossimo Plenilunio augurandovi di poter sentire almeno per un attimo quel sostegno Divino sempre stato presente che ci circonda in ogni luogo ed istante... da sempre e per sempre! Buona Lettura


LUNA PIENA IN TORO -  24 OTTOBRE - 18:45





Le Lune energeticamente più potenti dell'anno sono la Luna Piena in Scorpione (legata al Wesak) e la Luna Piena in Toro, molto vicina a Samhein.


Entrambi le Lune sono legate alla purificazione del Corpo e dell'Anima e ci ricollegando ad un ciclo perpetuo di morte e rinascita. Sono pertanto le Lune legate alla Purificazione e alla Rinascita ed alla trasformazione profonda.


Questa Luna Piena sarà molto interessante in quanto formerà una stretta congiunzione con Urano in Toro, Pianeta non tanto amato dall'energia Toro, in quanto il Toro non tanto ama i cambiamenti e soprattutto quelli improvvisi, ed Urano stimola sempre l'innovazione e la rivoluzione ed agisce sempre di sorpresa.



Ma questa è una reazione di un Toro insicuro che cerca di mantenere la Pace lottando per mantenere le cose così come sono, come le conosce, ma sappiamo bene che nulla rimane in eterno e che l'unica cosa stabile nell'Universo è il cambiamento, pertanto questa Luna Piena ce lo vorrà sicuramente mostrare. 



Anche all'ascendente vibrerà l'energia del Toro, in quanto sarà questo il segno ad Ascendere ad Est al momento del Plenilunio incoronando Venere Signora di questo evento!

E dove si trova Venere?


in Scorpione ed in moto retrogrado congiunta al Sole che illumina la Luna, davvero molto interessante!

Praticamente non solo la Luna è congiunta ad Urano e Venere al Sole, ma il Sole è opposto a Urano e la Luna a Venere. Per di più i Luminari quadrano la Luna Nera ed i Nodi Lunari. 

Credo che pertanto viene chiamata in causa la paura l'abbandono! 

Quanti di voi hanno paura di venir abbandonati?
Da un partner che se ne va con un'altra donna.
Da una donna che improvvisamente torna con l'ex o lascia il corpo all'improvviso per una malattia.
Da una madre che ci lascia prematuramente o da un padre che per qualsiasi motivo improvvisamente non c'é più!

Credo che ognuno di noi nella propria vita abbia già vissuto un esperienza simile e suppongo pertanto che il dolore della separazione è ben noto ad ognuno di noi.

Ma cosa c'é dietro questo abbandono? 
Forse la paura della perdita e la paura che (da soli) non ce la possiamo fare?

Può essere, ed è anche vero: 
Da soli non possiamo farcela, solo che cerchiamo aiuto dalla parte sbagliata! 

Cosa dunque veniamo invitati ad osservare?

Quanto ci amiamo?
No, non credo, perché credo che vi sia molto di più dietro la paura dell'abbandono, pertanto veniamo invitai ad osservare cosa.

Ma non giriamoci troppo intorno, andiamo diretti come le energie dello Scorpione richiedono:
La prima paura, la radice di ogni paura è la paura della morte!

Un bimbo che viene abbandonato dalla madre in tenera età sa che senza le cure della madre non può sopravvivere.

Una donna che viene abbandonata e tradita dal proprio uomo, sa benissimo che può sopravvivere, seppure con una ferita lacerante, eppure si fa travolgere dal dolore, da un dolore forse ancestrale e sicuramente legato ad un ricordo passato, perché forse... anche lei in qualche modo e quasi sicuramente nasconde inconsapevolmente la paura di morire che ci impedisce di vivere, dunque:

Non hai paura di morire, hai paura di vivere!


Che ci piaccia o no (ed ultimamente ci piace poco) noi esseri umani siamo nati per vivere in una tribù, in una famiglia che non per forza deve essere quella di origine, ma una famiglia nella quale ci sentiamo liberi di essere come siamo e dove la nostra unicità nutrirà la tribù intera. Basti pensare agli indiani d'America.. alle tribù aborigene che ci vengono presentate in tanti film e documentari. Siamo nati per vivere e condividere questa esperienza insieme, aiutandoci l'un l'altro e riconoscendo che siamo tutti figli di un unica fonte.

Solo che con il passare degli anni, siamo stati feriti a tal punto da renderci conto che è meglio vivere da soli. 

In questo modo però non riusciamo a vedere quanto siamo noi ad allontanare l'altro prima ancora che l'altro possa abbandonarci e ferirci, continuando a sentirci abbandonati anche se non ne siamo consapevoli, anche se condividiamo la vita con qualcuno. 

Quella sensazione di abbandono che ci porta inevitabilmente alla paura della morte è sempre li.
Questo anche perché nell'antichità un membro che per un motivo o l'altro veniva abbandonato dalla tribù per un qualsiasi motivo, incontrava morte certa, ed ecco come entra in gioco la Luna Nera in Aquario: L'esiliato che incontra la morte.

Pertanto ci illudiamo di proteggerci auto-isolandoci da soli. 

Ma se allontaniamo l'altro per evitare che ci abbandoni, o se ci aggrappiamo con forza all'altro per evitare lo stesso motivo, non ci sentiamo forse soli per forza di cose?
Come dunque possiamo sentirci UNO se continuiamo ad allontanare l'altro? Pure il partner con il quale conviviamo? impossibile!

Come possiamo sentirci UNITI NELLO SPIRITO? molto improbabile!

E come possiamo sentirci PIENI? non possiamo!

Perché?

Perché percepiamo un vuoto immenso che cerchiamo di nascondere in ogni modo!
Indossando le vesti del salvatore che per sentirsi utile e per sopravvivere ha bisogno di una vittima.
Indossando quelle del saggio o dell'uomo colto che deve trovare qualcuno che lo ascolti.
Indossando quelle dello scrittore che ha bisogno che qualcuno lo legga.
Indossando quelle della madre o del padre che si deve prendere cura di qualcuno per riconoscere il suo valore.

Indossando quelle dell'avvocato, dell'artista o del terapista, di qualcuno che può essere visto e validato solo per il ruolo che sta esercitando. 

Facciamo di tutto per evitare di sentire quel vuoto e quella paura! e spesso quel vuoto ci ha portato a fare una marea di terapie ricordando e mantenendo in vita il passato  e le ferite antiche.
E se invece ci fermassimo un attimo ad ascoltarlo quel vuoto?

Se la smettessimo di dover guarire e controllare ogni cosa ed avessimo il coraggio di sentire come ci sentiamo veramente in questo momento?
Se trovassimo la forza di abbandonare ogni ruolo che ci identifica con qualcuno (un essere umano separato dal tutto) immaginando come potremmo sentirci se tutto d'un tratto perdessimo tutto quello che ci identifica con tale ruolo?

Non è una cosa che invito a fare, dato che il mio intento è di portare attenzione solo a questo momento... ma proviamo un attimo ad immaginare chi saremmo senza quel ruolo al quale siamo affezionati, solo per un momento. Ti sentiresti ancora valido, visto ed amato? Sicuro??

Allora prova a perderlo quel ruolo. 

Se lasciassimo andare tutta quella materia alla quale ci aggrappiamo con forza che sia una casa, un figlio, una figlia, una madre o un padre un partner o una persona cara, un'auto, un lavoro, qualsiasi cosa (basta che pensi alla cosa che hai più paura di perdere, può essere un lavoro come una persona).
Se solo ci provassimo, come ci sentiremmo?

Quella è la verità che non vogliamo vedere!

Quella è la verità dalla quale fuggiamo e pertanto quella è la paura che più ci perseguita!
La paura della morte! Ma quella è la paura dell'ego, non dello Spirito! 

Perché un ego senza ruolo, non è nessuno! ed inevitabilmente è come se morisse.
Una madre senza un figlio, non è madre
Un figlio senza padre, si sente abbandonato.

Un direttore di banca senza più lavoro o licenziato in tronco potrebbe cadere in depressione.
E questo perché abbiamo fatto troppo affidamento su qualcosa o qualcuno arrivando ad identificarci fin troppo con la nostra personalità e vita come essere umano. 

Questa forte identificazione ci impedisce di incontrare il vuoto!

Pertanto questa Luna ci suggerisce di non fare affidamento su nulla che sia materiale per riempire un vuoto che non vogliamo vedere, e ci incoraggia ad affrontare e ad incontrare la paura primordiale: quella dell'abbandono, quella della morte! Di una morte che in realtà non esiste, non può esistere!
Perché noi siamo solo vita! 

La minaccia della morte pertanto appartiene all'ego, alla personalità, a quella parte di noi che si è identificata con un ruolo. 

Questo Plenilunio ci invita a conoscerla e a riflettere attentamente sul perché abbiamo paura di morire e qual'é la nostra relazione con la morte. 

Di cosa hai paura?

Che tutto finisca? 

Finirà, inutile negarlo, tutto finisce, nulla rimane per sempre, ma nulla può morire per lo Spirito che sei, perché tutto è interconnesso! Tu sei interconnesso con tutto quello che ti circonda, e mentre una piccola parte del tutto sembra morire l'altra sta per nascere, dunque tu fai parte di entrambi i processi. Non puoi morire e basta, impossibile! Mentre pensi di morire in realtà stai rinascendo, ti stai solo trasformando. 

Pertanto se la paura della morte ti appartiene, la paura di qualsiasi tipo di morte, sappi che quella è la paura di un ego che si è fin troppo attaccato a qualcosa e qualcuno, quella è la paura d un Ego separato dal tutto e che pertanto vede solo se stesso. Quella è la paura di un Ego che vorrebbe che le cose non cambiassero mai, che le persone rimanessero per sempre e che tutto vada come dice lui.
Pertanto quella è la paura che devi osservare e ti devi chiedere onestamente: Ma è questo quello che voglio? Voglio vivere sempre con questa paura di morire o di perdere? Voglio continuare a vivere sentendomi solo?

Se la tua risposta è NO, allora devi osservare con assoluta onestà e determinazione quanto sei stato TU ad aver abbandonato lo Spirito che sei!

Non è Dio o lo Spirito che ti ha abbandonato, ma sei tu che hai abbandonato Dio e lo Spirito nel momento in cui ti sei identificato con il tuo ego. Ed è in quel momento che è nata la paura di morire, che null'altro è che paura di vivere!

Perché la morte non esiste, si...  forse lo sai molto bene, magari semplicemente perché ci credi.
Bisogna però vedere come vedi la morte fisica, se immagini il tuo Spirito e la tua anima che sopravvive alla morte fisica, sicuramente è un pensiero che ti fa stare bene, perché in qualche modo il tuo ego sta cercando di sopravvivere, ma prova a pensare per un attimo a questo:
Togliendo importanza per un attimo a te stesso come singolo individuo e come singola anima, prova a connetterti con tutto quello che ti circonda, sentendo profondamente che ne fai parte, come se tu fossi solo un piccolo frammento di un enorme ed interminabile mosaico, o una piccola foglia di un immensa quercia.

Cosa succederebbe a tutto quel mosaico se un pezzettino cadesse e si frantumasse?
Cosa succederebbe a quella quercia se una foglia cadesse?

NULLA!

Entrambi continuano a vivere e ad esistere!


Il mosaico rimane, ha solo cambiato forma e colore, ma rimane. 
E la quercia continua a vivere, sta solo seguendo il ritmo delle stagioni. 


Entrambi si sono solo trasformati, perché la vita è continua trasformazione. Se le cose non si trasformano e non cambiano, allora si che sono morte!
Pertanto per vivere le cose devono continuare a trasformarsi e tu sei solo parte del processo di trasformazione, non sei quell'unica piccola cosa che solo apparentemente muore, ma continui a fare parte del tutto che si trasforma, sei solo VITA!


Sei come quel pezzettino di mosaico o come la foglia, senza il mosaico e senza la quercia, non esisti! non sei nulla!

Dunque non puoi morire, perché una singola pietra non può creare un mosaico ed una foglia non può creare una quercia.

Tu fai parte del Mosaico e della Quercia, e continui a vivere nel tutto che si trasforma continuamente perché è vita! 

Devi cambiare focus! non devi focalizzarti sulla foglia e sulla pietra, ma sull'insieme al quale appartieni!

Riesci a vederlo?

Ogni persona che pensi ti abbia abbandonato, continua a vivere dentro ed intorno a te, solo in modo diverso. 

Le persone che ci lasciano fisicamente fanno parte dello stesso Grande Disegno Divino al quale apparteniamo noi, loro hanno seguito un ciclo, tu ne stai seguendo un altro, ma siamo tutti interconnessi, non esiste separazione nel mondo dello Spirito!

Chi si trasforma contribuisce a mantenere in vita quello che rimane!

Il pezzo di mosaico che cade e si frantuma, (e che da solo non vale nulla) lascia spazio ad un mosaico di colore diverso che contribuirà a creare un nuovo disegno. 

La foglia che cade sta contribuendo alla trasformazione della Quercia.

Dunque, tutto cambia e si trasforma, non devi osservare le cose separandole tra di loro,  ma come UNICA CREATURA IMMENSA ED ETERNA che si trasforma in continuazione, e se ci riuscirai non potrai che percepire SOLO VITA!

Ma per riuscirci dovrai prima osservare la mente e l'ego che ti tengono separati dalla divinità che sei, da quell'Essenza eterna che non muore mai e che non può esistere separata dal tutto!
Devi osservare quanto l'ego ti tiene identificato alla tua storia, al tuo nome, al tuo corpo, .. alla foglia e alla pietra.
Devi osservare quanto la paura dell'abbandono ti porta ad allontanare gli altri facendoti sentire sempre solo e mai sostenuto veramente. 
Devi osservare quanto l'attaccamento è il tuo peggior nemico, e quanto il voler controllare ogni cosa ti tiene lontano dalla verità che sei.
Devi osservare quanto la mente ti fa temere la paura di morire a tal punto da impedirti di vivere 
e soprattutto devi osservare quanto seguendo ogni suo pensiero allontani Dio e lo Spirito dalla tua vita, sentendoti inevitabilmente solo ed in pericolo di morte!
Se sei con lo Spirito non puoi che percepire vite e trasformazione continua.
Se sei con la mente non ti sentirai mai sicuro veramente e la paura della morte sarà sempre in agguato.

Torna a casa, riconosci la verità che sei, espandi i confini, sei molto più di quello che pensi!
Sei il Mosaico, sei la Quercia!

Liberati dai ruoli di un piccolo Ego che cerca riconoscimento e valore, lascia andare le persone che non ci sono più che identifichi con il loro ruolo, lascia che siano Spirito affinché tu possa percepirlo ancora di più.
Dunque grazie a Venere retrograda in Scorpione, protagonista di questo evento, osserva attentamente quanto allontani le persone per paura di venir abbandonato, osserva quanto la tua mente ed il tuo ego innesca strategie per confermare le storie del passato (che sei solo, che nessuno ti vede, che inevitabilmente verrai abbandonato eccetera). Osserva quanto fa di tutto per farti sentire solo, e soprattutto osserva quanto credendo ad ogni suo pensiero non puoi che sentirti solo ed in pericolo di morte. 

L'unico vero abbandono che ha creato tutte queste paure, viene dall'anima che ha abbandonato la dimora dello Spirito al quale appartiene. 

Se torni a casa, non percepirai più alcuna paura ma riconoscerai di essere solo Amore e Vita!
Se torni a casa e ti liberi dalle illusioni della separazione potrai accedere alla vera pace interiore, quella che ogni anima rincorre da sempre.

Se torni a casa la paura si dissolve e non puoi che sentirti VITA!

Buon Plenilunio

Claudia Sapienza

La pubblicazione di SPIRITO

(Se lo desideri puoi seguirmi sulla Pagina Facebook, o aderire al nuovo Progetto di AstroMedicineDance per riconoscere quanto sei vita!)






DONAZIONE

DONAZIONE
Se trovi questi articoli utili a conoscerti meglio per sfruttare al massimo l'energia planetaria, puoi scegliere di sostenere questo blog con una piccola e libera donazione. Scrivere questi articoli richiede tempo, studio e ricerca e vorrei sempre essere in grado di offriti la mia conoscenza. Grazie se scegli di sostenermi come puoi.