sabato 8 settembre 2018

VENERE IN SCORPIONE VUOLE UN RAPPORTO INTENSO ED ONESTO!






Un Rapporto intenso ed onesto con Chi?

Con Te stesso prima di tutto! perché ti porterà poi ad averlo con lo Spirito, con Dio, con quell'energia che da vita ad ogni cosa, un rapporto talmente intenso desidera questa Venere che la dualità si dissolve nell'Unità.

Venere entra in Scorpione il 9 Settembre alle 11:26 e le energie cambiano drasticamente.

Se prima in Bilancia ci stimolava a ristabilire una pace interiore, a valutare e a condividere le nostre idee con gli altri ma anche osservando noi stessi riflessi nell'altro, ora che è in Scorpione più che pace ed armonia desidera la Verità, netta e cruda. Senza mezzi termini e senza essere troppo diplomatica.

Ci sono cose che vanno viste e dette in modo diretto, è inutile girarci intorno cercando di essere sempre fin troppo diplomatici, o quella verità non salterà mai fuori. Ci sono cose che dobbiamo osservare di noi in relazione all'altro. Per esempio quanto fuggiamo dall'altro, quanto lo allontaniamo, quanto abbiamo paura dell'amore, quanto non osiamo condividerci ed aprirci per paura di venir respinti!

Al momento della sua entrata nel segno Venere, alle nostre latitudini, si trova a vibrare in casa dodicesima formando subito una quadratura con Urano che in Toro vibra in casa sesta.

Formerà inoltre una quadratura perfetta ai nodi Lunari e a Marte che presto tornerà in Aquario, pertanto vengono sicuramente chiamate in causa le relazioni interpersonali e non che ancora ci legano al passato.

Alle 20:02 inoltre si è formato il Novilunio in Vergine dando inizio ad un nuovo ciclo, pertanto unendo questi ed altri aspetti planetari il mio sentire e suggerimento è di osservare attentamente, senza troppe giustificazioni e con assoluta onestà, il rapporto che abbiamo con gli altri, ma non focalizzandoci sull'altro, bensì su noi stessi. Quanto siamo onesti fino in fondo? Quanto permettiamo all'altro di vederci per quello che siamo in quel momento? Quanto, per nascondere tale emozioni, ci focalizziamo sull'altro ritenendolo responsabile delle nostre paure?

Con queste vibrazioni appena accennate, dobbiamo smetterla di sentirci traditi e rifiutati dando sempre la responsabilità all'altro continuando a giustificarci e a cercare supporto dagli amici, dobbiamo piuttosto osservare di cosa siamo convinti! Dobbiamo osservare con assoluta onestà quanto (per esempio) siamo convinti di venir traditi, respinti e rifiutati a tal punto di continuare a creare questa realtà che non farà altro che tenerci nel ruolo di vittima in cerca di amore.

Sii dunque onesto con te stesso prima di tutto. Per osservare tali dinamiche devi mettere gli altri e l'immagine che hai di te da parte. E mettersi da parte consiste innanzitutto nel non prendere sempre tutto sul personale sentendoti sempre preda di qualcuno o qualcosa. Significa osservare le reazioni che inneschi ogni volta che ti senti ferito e tradito. Significa mettere l'ego da parte ed osservare quello che dici all'altro (o che non dici!) ed iniziare a prendere in considerazione che l'altro potresti essere tu, e che potresti dunque parlare a te stesso senza rendertene conto.

Ti hanno tradito? Ti senti tradito? E se invece ci fosse una parte di te che continua a tradire se stesso?
Ti senti respinto? E se invece fossi tu a respingere talmente l'altro perché hai paura di amare e lo fai a tal punto che poi l'altro (non sentendoti) si allontana?
Non ti senti visto? E se invece fossi tu a non farti vedere?

Osserva attentamente ogni dinamica comportamentale che hai con l'altro, e comincia seriamente ad ipotizzare che l'altro sei tu!

Questa Venere che entra in Scorpione in Casa Dodicesima ti invita a creare un rapporto senza filtri che riesca ad andare oltre le percezioni mentali, ti invita a smascherare l'ego che continuamente si sente abbandonato, abbandonando in primis seppure in modo diverso: chiudendo il proprio cuore ed impedendo all'altro di entrare.

Qualcosa a livello relazionale deve per forza cambiare, ed il primo rapporto che dobbiamo cambiare è con noi stessi! L'altro non c'entra mai! Anche se all'ego fa comodo trovare sempre un responsabile fuori.

Devi dunque osservare le tue aspettative ed osservare quanto stai ricreando le dinamiche comportamentali e relazionali basandosi su vecchie relazioni, che siano karmiche o in relazione ai tuoi genitori e la tua infanzia. Osserva quanto ancora la tua mente vuole convincerti che "e' cosi e sarà sempre così" e sii particolarmente attento quando ti sussurra quasi silenziosamente: "lo sapevo!" perché in quel caso è appena riuscita a convincerti di qualcosa che fù e che non per forza deve essere in eterno, a meno che tu non ti focalizzi sul trovare tale convinzione ovunque ed in qualsiasi rapporto.

Saturno da poco tornato in moto diretto ci invita ad assumerci le nostre responsabilità, solo così potremo ritornare all'essenzialità che siamo, altrimenti persi nel giudicare l'altro e nel trovare sempre un responsabile non riusciremo mai a risvegliarci dall'illusione della separazione per tornare finalmente a casa, riconoscendo di essere UNO.

Se lo desideri puoi seguirmi sulla Pagina Facebook io intanto ti auguro una vita colma di verità e di onestà augurandoti di poter trovare il coraggio di aprire il Cuore a te stesso, agli altri e allo Spirito che sei!

Vi lascio con questo magnifico scritto di Jeff Foster:

RACCONTA LA TUA CAZZO DI VERITÀ
Ho visto accadere miracoli, quando le persone han detto semplicemente la verità.
Non la "bella" verità.
Non è la verità che cerca di compiacere o confortare.
Ma la verità selvaggia. La verità selvaggia.
La scomoda verità.
La verità tantrica. La "cazzo di verità".
La verità che hai paura di dire.
L'orribile verità su di te
che ti nascondi per "proteggere" gli altri.
Per evitare di essere "troppo".
Per evitare di essere vergognoso e rifiutato.
Per evitare di essere visto.
La verità dei tuoi sentimenti più profondi:
La rabbia che hai nascosto, controllando, congelando gli orrori di cui non vuoi parlare.
Gli impulsi sessuali che hai cercato di intorpidire.
I desideri primitivi che non puoi sopportare di articolare.
Alla fine, le difese si rompono,
e questo materiale "non sicuro" emerge
dal profondo dell'inconscio.
Non puoi più trattenerlo.
L'immagine del "bravo ragazzo" o "bella ragazza" evapora.
Il "perfetto", il "colui che ha capito tutto",
L’ lo 'evoluto', queste immagini bruciano.
Tu tremi, sudi, ti avvicini al vomito,
pensi di poter morire facendolo,
ma alla fine tu dici la fottuta verità,
la verità di cui ti vergogni profondamente.
Non la verità astratta. Non la verità "spirituale".
Non una verità formulata con cura, progettata per prevenire l'offesa.
Non una verità ben confezionata.
Ma una verità umana disordinata, infuocata e sciatta.
Una sanguinaria, passionale, provocante, sensuale,
verità mortale selvaggia e non decantata.
Una verità traballante, appiccicosa, sudata e vulnerabile.
La verità di come ti senti.
La verità che consente a un'altra persona di vederti grezza.
La verità che fa sussultare.
La verità che fa battere il tuo cuore.
Questa è la verità che ti renderà libero.
Ho visto scomparire le depressioni croniche e le ansie che durano da tutta la vita da un giorno all'altro.
Ho visto evaporare profondamente i traumi incorporati.
Ho visto la fibromialgia, emicranie, stanchezza cronica, mal di schiena insopportabile, tensione corporea, disturbi allo stomaco, svanire, non tornare mai più.
Naturalmente, gli "effetti collaterali" della verità non sono sempre così drammatici.
E non entriamo nella nostra verità con un risultato in mente.
Ma pensa alle enormi quantità di energia che costa
reprimere la nostra natura selvaggia degli animali,
intorpidire la nostra natura selvaggia,
reprimere la nostra rabbia, le lacrime e il terrore,
sostenere un'immagine falsa e fingere di essere 'ok'.
Pensa a tutta la tensione che tratteniamo nel corpo,
e il danno che fa al nostro sistema immunitario,
quando viviamo nella paura di "uscire".
Corri il rischio di dire la tua verità.
La verità che hai paura di dire.
La verità che temi farà girare il mondo.
Trova una persona sicura - un amico, un terapeuta, un consulente, te stesso -
e lasciati entrare. Lascia che ti tengano quando ti abbatti.
Lascia che ti amino
mentre piangi, ti arrabbi, tremi di paura,
e generalmente fai un casino.
Dì la tua fottuta verità a qualcuno - potrebbe solo salvarti la vita, guarirti dal profondo e connetterti con l'umanità in modi che non avresti mai immaginato.

- Jeff Foster

giovedì 6 settembre 2018

MERCURIO IN VERGINE: smascherare la mente diffidente




All'alba del 6 Settembre (alle 4:39), giorno in cui anche Saturno torna diretto, Mercurio entra in Vergine proprio 3 giorni prima del Novilunio in Vergine e dell'entrata di Venere in Scorpione, formando tra l'altro un bellissimo trigono con Urano in Toro e Saturno in Capricorno.

Cerchiamo di sfruttare le sue energie a nostro favore, o meglio!.. in modo costruttivo! 

Mercurio in Vergine è analitico, preciso, meticoloso, non gli sfugge mai un dettaglio.

E' anche abbastanza critico e per nulla sognatore come il segno dei Pesci.
Per Mercurio in Vergine tutto deve avere un senso ed una logica che può essere comprovata.

Infatti è una mente alquanto diffidente, ma anche veloce! In un attimo fa uno scanner della situazione o della persona che deve analizzare. Ma... ricordiamo che la mente analizza sempre in base al passato ed in base alle esperienze vissute, dunque se vogliamo sfruttare questo Mercurio come si deve, piuttosto che diventare paranoici, analitici e meticolosi nell'analisi trovando il nemico che ci vuole distruggere,  dobbiamo diventarlo con noi stessi ed essere pronti a smascherare quella mente che ci vuol far vedere l'inganno ed il giudizio ovunque!

Utilizzate pertanto questa energia per osservare quelle dinamiche che vi portano a ricreare sempre la stessa realtà, incastrati in un circolo vizioso che senza rendervene conto dovete sempre confermare attraverso lo prove. "Lo sapevo!, è come dicevo io! Visto?"

Siate esigenti e pignoli verso questi pensieri piuttosto! E se la mente dovesse sussurrare queste parole voi fermatevi e le mettete in dubbio, come un Mercurio in Vergine sa fare. E' vero? Non lo so! fammi vedere... 

Ma attenti perché la mente vuole farvi vedere quello che vuole! Se pertanto voi vi sentite giudicati (e' questo il tema della Vergine), il giudice esteriore ve lo farà trovare e voi reagirete contrattaccando oppure giustificandovi per dimostrare di aver ragione. In quel momento siete caduti preda di un abitudine e di un giudice interiore che non riuscite a vedere e che proiettate fuori vedendo la critica ovunque, quando invece la critica è solo dentro.

L'altro non c'entra mai! Perché se non vi è un giudice interiore, non vi è la minima reazione a quello che l'altro dice o non dice. Siate dunque esigenti e sfruttate queste energie in modo costruttivo per smascherare una mente che vuole instillare in voi dubbio, incertezze in cerca di certezza e conferme, soprattutto in questo cielo che ci invita a svelare la verità che non vogliamo vedere.

Claudia Sapienza

Se lo desideri seguimi sulla Pagina Facebook

mercoledì 5 settembre 2018

LUNA NUOVA IN VERGINE: Abbandonati alla Verità




Luna Nuova in Vergine, 9 Settembre 20:02

Lasciati cadere, affronta l'ignoto e racconta la verità che ti renderà libero. Libero dal dolore, libero dalla paura, libero di andare oltre


La Vergine in poche parole: Cura del Corpo, Servizio e Valore, ma non quel valore al quale aspira l'ego, piuttosto quel valore che va al di là di ogni riconoscimento, un valore che possiamo riconoscere solo quando abbracceremo la resa senza più nulla dover dimostrare o controllare.

La Vergine nel suo lato ombra: Ricerca della perfezione, controllo emotivo e non, sensibile al giudizio e critica nei confronti degli altri per nascondere il giudice interiore.

L'invito in poche parole: Libera il giudice interiore riconoscendo e lasciando fluire le emozioni che ti mettono sempre sulla difensiva proiettando il giudice interiore sull'altro. Osserva le tue reazioni a quello che ti viene detto o non, fatto o non mettendo l'altro da parte e focalizzandoti solo su di te. Come? riconoscendo l'emozione che viene attivata attraverso la tua reazione. Dopo il riconoscimento di tale emozione vedi cosa c'é dietro, magari rabbia? paura? rifiuto? fermati ed osserva perché quella è un energia che si è cristallizzata nel tuo corpo pronta a riemergere alla prima provocazione. (evviva dunque le provocazioni! anche se non sapendole gestire scaraventiamo sull'altro, ma possiamo rompere lo schema, rendendocene conto!)
Libera il tuo corpo da queste energie cristallizzate da chissà quanto tempo, perché per accogliere lo Spirito e compiere il servizio divino (non dell'ego) il Corpo deve essere in salute
Abbandona dunque il controllo che hai sulle tue emozioni e abbraccia la resa. 

Attraverso la resa con il tempo riuscirai infatti a scoprire chi sei veramente e solo in quel momento potrai sentire come poter servire lo Spirito.

Ma per arrivare a questa consapevolezza, ammesso che tu ci voglia arrivare, dovrai prima renderti conto di quanto proietti sull'altro le tue convinzioni interiori e quanto controlli le emozioni che cristallizzi in un corpo a volte sofferente, proprio perché portato a controllare e custodire ciò che la mente reputa negativo.
Tali emozioni appartengono al corpo di dolore, che è prettamente energetico, è sempre lì dormiente e se non affrontato ed attraversato lasciando fluire le energie emotive, alla prima provocazione reagirà portandoti sulla difensiva e spesso al contrattacco. In questo caso l'energia non viene abbracciata e vista, ma piuttosto viene ancora repressa e bloccata mentre la mente (l'ego e chi crediamo di essere) si giustifica, attacca e si difende cercando spesso consensi, approvazione e supporto. Ma queste energie represse sono un peso per il corpo fisico!

La sofferenza fisica infatti viene spesso causata dalla resistenza e dalla non accettazione.
La mente lotta contro ciò che ritiene sbagliato (come la rabbia o la paura per esempio) e questa energia chiamata dall'essere umano "rabbia o paura" viene trattenuta e cristallizzata nel tempio dell'anima portandoci ad implodere quello che riteniamo sbagliato (nel caso della rabbia) o pericoloso (nel caso della paura). Seguendo questa abitudine il corpo si contrare, ingrassa, si irrigidisce, e comincia con il tempo a manifestare disfunzioni fisiche perché sta cercando di attirare attenzione.

Onoralo, ascoltalo, espanditi e fa fluire ciò che deve fluire e poco alla volta farai spazio per accogliere lo Spirito che sei. 


Lascia che il tuo copro ti parli e permettiti di ascoltarlo, senza però interpretare da dove può arrivare un dolore, altrimenti lo confermi e lo rinforzi, ma limitandoti ad osservare cosa c'é in quel momento, che sensazioni vivono dentro di te, come ti senti emotivamente e poi... lasciando fluire quello che c'é, non devi trasformare né guarire nulla, anche questa infatti è una forma di controllo.

Osserva la verità del momento! Questa è la sfida! Non cercare di aver ragione! Fermati, sii presente ed osservati! Questo è il primo ed essenziale passo che poco alla volta ti porterà a scoprire chi sei veramente. E dunque se viene provocato il giudice interiore facilmente provocabile in ognuno di noi (soprattutto quando vi sono energie "vergine"), prima di reagire, osserva cosa viene suscitato in te, stai con quell'emozione, attraversala e lascia che si esprima, è solo energia che cerca spazio per esprimersi. 

Questo in sintesi l'invito di questo novilunio. Ma espandiamolo un po'...

Come scritto sopra la fusione tra Sole e Luna avverrà nel segno della Vergine 9 Settembre alle 20:02
Una fusione che tra l'altro si manifesterà nella casa della Vergine, pertanto molto potente e sicuramente concentrata sulla purificazione fisica, intesa come cura e benessere del corpo (tempio dell'anima), e sul servizio che possiamo offrire agli altri in nome dello Spirito, giorno dopo giorno.
Perché lo Spirito senza di noi non può agire.

Sarà una Luna molto interessante perché verrà opposta da Nettuno che in Pesci ed in moto retrogrado vibrerà nella sua dimora, in dodicesima casa, pertanto anche lui sarà particolarmente forte. Anche perché insieme a Giove sarà il Signore di questo oroscopo dato che sarà proprio il segno dei Pesci ad ascendere ad Est alle nostre latitudini. E Giove vibra ancora in Scorpione, ed in questo caso in casa ottava.

Ma non voglio entrare in dettagli tecnici che per alcuni potrebbero rivelarsi noiosi ed incomprensibili, voglio piuttosto limitarvi ad offrire il mio punto di vista su questo Novilunio.

Veniamo chiamati a varcare le porte dell'infinito e dell'ignoto partendo dall' affrontare il labirinto emotivo che agisce senza che ce ne rendiamo conto.

Come possiamo farlo? Lasciando cadere ogni controllo che sia fisico, mentale ed emotivo e questo consiste anche nel non sapere cosa accadrà domani e quale sarà il passo successivo che devo compiere, perché l'unico passo che devi fare è quello che puoi fare solo adesso, e quel consiglio che ti serve per il futuro in realtà ti si rivelerà a te soltanto quando quel futuro sarà diventato presente. Questo però se nel frattempo ed in ogni istante tu ti connetti pienamente solo con questo momento.

Ecco perché l'opposizione di Luna-Nettuno potrebbe portare confusione, perché non dobbiamo avere nessuna direzione, e non dobbiamo vedere il bivio che ci si presenta troppo in anticipo.

Osserva dunque quanto ti proietti in avanti volendo sapere cosa devi fare, come devi farlo e quando dovrai farlo. Osserva ogni volta che vuoi conoscere le energie del prossimo mese, o quando vuoi sapere cosa accadrà domani o come dovrai reagire quando quello o questo potrebbe (e sottolineo potrebbe) accadere. Osserva le tue paure, le tue incertezze e la tua confusione e sappi che derivano proprio da tutto quel controllo emotivo che si è caricato il corpo.
Osserva il tuo stato d'animo dunque, ed osserva i pensieri che lo alimentano aumentando il disagio interiore tenendoti intrappolato in un emotività che non sai gestire.

Proiettato tropo in avanti senza alcuna direzione, come puoi sapere cosa fare? Non puoi!

Cosa succede dunque? Ti rivolgi fuori in cera di aiuto e di una direzione, ma chi può sapere cosa è più giusto per te se non tu stesso? E se il consiglio che ricevi fosse più in linea con la persona che te lo offre?

E tu potrai dirmi: "ma io non lo so! sono confuso!" - si, lo so, e sei confuso proprio perché controlli ogni cosa, non fidandoti e temendo le conseguenze. Seguendo questi atteggiamenti per abitudine, vita dopo vita, ci siamo disconnessi dalla fonte ed abbiamo perso ogni direzione, insomma... siamo una delle pecorelle smarrite.

Ancora una volta vi sono diversi pianeti che ci stimolano ad entrare dentro di noi e ad espandere il mondo emotivo che cerchiamo sempre di controllare mostrando che va tutto bene, quando invece non va bene per niente. Le emozioni che controlliamo nascondendole generano infatti paura e la paura genere a sua volta il controllo e quel controllo porta confusione e a sua volta ancora più paura e ulteriore controllo. E' un circolo vizioso! Ma la mente/ego ama questo gioco, il suo scopo quello di tenerci nella zona comfort e di non sfidare l'ignoto.

Nascondendoci dietro le mille maschere e continuando a controllare ogni emozione, per forza manca la connessione con la Verità che siamo e di conseguenza la confusione ed una mancanza di direzione diventa inevitabile.

Dunque la prima cosa da fare per tornare a sentire chi siamo, cosa dobbiamo fare e dove dobbiamo essere è lasciare fluire le emozioni sempre ed abbracciare la resa!

Con Venere da poco entrata in Scorpione e come scritto nell'articolo a lei dedicato (che pubblicherò il 9 settembre), dobbiamo essere onesti e dobbiamo raccontare la verità che ci renderà liberi.

Non riesci a gestire le tue emozioni da solo? Condividile e ti sentirai visto nella verità e non nella menzogna. Attento però a non cadere poi nel ruolo della vittima, in quel caso l'ego cercherà infatti di riassumere subito il controllo.

Ascoltati, condividiti, lascia fluire e non giudicare quello che sta accadendo. 

Se qualcuno provoca in te il giudice interiore, osservalo (non l'altro, ma il giudice interiore!), e non proiettare la critica sull'altro, scaricando la responsabilità. L'altro non c'entra mai, l'altro attiva solo quello che già c'è. Dunque approfittane! Osserva (in questo caso) quali emozioni desiderano emergere ed osserva cosa c'é dietro a questa convinzione di giudizio. Vai oltre, sfida l'ignoto... non fuggire scaricando. Rimani con quello che c'é e sta emergendo.

Marte vibra insieme a Plutone in casa undicesima pertanto la mente ci vuole convincere che il nemico è sempre fuori.
Osserva dunque quanto la tua mente ancora ti vuole convincere che bisogna combattere l'altro o dall'altro difendersi, o quanto bisogna combattere e controllare il male per raggiungere il Regno dei Cieli, o quanto ancora dobbiamo lottare contro il male o a favore del bene, osserva quanto combatti l'ombra focalizzandoti sulla luce evitando di osservare e liberare l'ombra che nascondi dietro la luce che ancora proietti e pertanto approfitta di questo nuovo ciclo lunare che vuole mostrarti che non vi è nulla che deve essere combattuto fuori, ma solo tanto che deve essere visto, riconosciuto e liberato dentro, al fine di trovare (poco alla volta) la strada verso casa.
Focalizzati però sul singolo passo e mai sull'obiettivo o la meta da raggiungere, o in un attimo sei già proiettato nel futuro e lontano da quello che sta accadendo in questo momento.

Buon novilunio e che ogni giorno ed ogni istante possa essere per tutti un nuovo inizio!

Claudia Sapienza

Se lo desideri seguimi sulla Pagina Facebook 




domenica 2 settembre 2018

SATURNO TORNA DIRETTO e noi dobbiamo tornare all'essenziale!




Ed ecco che anche Saturno, dopo Mercurio e Marte arresta il suo moto retrogrado il 6 Settembre magari dandoci la sensazione che la ruota giri più velocemente e che magari gli ostacoli incontrati sul cammino negli ultimi mesi cominceranno ora a dissolversi e noi a riconquistare più forza e direzione.

Riparte in moto diretto formando un bellissimo trigono con Urano in Toro che però è in moto retrogrado pertanto insieme ci stimolano ad osservare la zona comfort che ci ha tenuto prigionieri nell'assiduo controllo, territorio che Urano continuerà a mostrarci mentre Saturno suo alleato ci stimolerà ad impegnarci ad osservare con distacco come questo bisogno di sicurezza interiore, ci impedisce di andare oltre.

Formerà anche una quadratura con Kirone e pertanto attraverso questa tensione ci invita a lasciare andare le ferite del passato che ci impediscono di vivere ora, e forse sarà il caso di portarle in superficie per condividerle con qualcuno, in modo da sentirci meno soli e separati.

Ma cosa cambierà ora che Saturno tornerà diretto?

Il mio augurio è innanzitutto che durante il moto retrogrado (dei tre pianeti citati soprattutto) abbiate sfruttato questo momento introspettivo per liberarvi dal superfluo ri-considerando le scelte prese (Mercurio) e rivalutando le lotte che incessantemente siete abituati a combattere (Marte).
Mi auguro che abbiate deposto la spada e che vi siate presi del tempo per fermarviascoltare, rivalutare, sentire, e soprattutto STARE! Stare in quel che c'era. Stare in quel che c'é in ogni singolo istante, senza sperare che quel momento che definiamo "di stallo, inerte, noioso" passi il più presto possibile. Lo spero per ognuno di voi, altrimenti vi siete persi la possibilità di riconsiderare eventuali progetti, obiettivi, atteggiamenti e reazioni che ora potrebbero prendere un'altra direzione e che forse si basavano su vecchie scelte legate a vecchie abitudini comportamentali e mentali.

Se avete sfruttato le energie planetarie a vostro favore ascoltandole, ora con Saturno in moto diretto potreste avere non solo le idee più chiare, ma dovreste sentirvi un po' più leggeri essendovi liberati da emozioni, sensazioni, convinzioni e dinamiche legate ad un passato che vi impedisce di tornare all'essenziale.

Se dunque avete cavalcato l'onda, e siete stati in perfetta sintonia con quanto si manifestava nei giorni, settimane e mesi scorsi, ora che Saturno torna in moto diretto richiederà impegno nel mantenere quella stabilità riconquistata! Impegno nel continuare a focalizzarsi sull'essenziale ogni giorno fino a poter raggiungere l'essenzialità che siete che nulla ha a che vedere con progetti personali. Questo ovviamente secondo il mio punto di vista che non è verità, ma solo un punto di vista.

Pertanto questo Saturno saggio, esigente, meraviglioso e maturo lo vedo come sostegno tanto quanto lo vedevo come sostegno nel suo moto retrogrado, e lo considero insieme a tutti gli altri pianeti che vi entri in contatto con un aspetto o meno. Non lo sto analizzando in relazione ai segni zodiacali favorendone alcuni e sfavorendone altri, ma lo considero come sostegno per tutta la collettività nel suo insieme, come unica fonte alla quale veniamo richiamati. Ovvero alla nostra essenzialità.

Ecco che dunque questo Saturno potrebbe mettere ulteriori radici, portare maggiore saggezza continuando a recidere i rami secchi.

Il Segno del Capricorno evoca in me saggezza ed essenzialità come pure dominio sulle proprie emozioni. Per comprendere cosa intendo evocate nella mente l'immagine di Cristo che cammina sulle acque, non cerca di controllarle, ma si eleva al di sopra di esse e le attraversa senza farsi sopraffare facendosi travolgere da uno tsunami emotivo.

Ma il segno del Capricorno può anche provocare tutt'altro, ovvero controllo e dunque resistenza emotiva a ciò che è e controllo attraverso il giudizio, due reazioni che bloccherebbero immediatamente l'accesso alla saggezza alla quale veniamo chiamati.

Non è infatti un caso che Saturno transitava in apparente moto retrogrado proprio in un momento emotivo assai difficile per molti grazie alle Eclissi che ci invitavano ad una profonda morte e rinascita!

Dunque onestamente non posso dire con certezza cosa questo Saturno porterà a livello individuale, sia perché non posso sapere come avete reagito voi agli eventi appena passati e che vi sono stati presentati, sia perché non posso metterlo in relazione al vostro tema di nascita.
Ma posso senz'altro continuare a presentare il suo invito per come lo percepisco io.

E dunque...

Se hai opposto resistenza alle emozioni che si sono presentate negli ultimi mesi, se hai voluto in qualche modo comprenderle e trasformarle aspettando con ansia fino a che tutto sarebbe passato per riprendere il tuo progetto e ripartire (e fino a che dunque Saturno sarebbe tornato diretto), quel Saturno in moto retrogrado potrebbe aver aumentato il tuo controllo interiore. Potrai pure ripartire con il tuo progetto più determinato di prima, ma le emozioni che eri invitato a lasciar fluire saranno ancora lì, e ti impediranno di vedere le cose con chiarezza magari non subito, ma prima o poi sicuramente.

Se invece ti sei lasciato fluire come fossi acqua ed hai permesso alle cose di essere cosi come sono senza cercare di cambiarle e senza proiettarti troppo oltre il momento, in moto retrogrado Saturno potrebbe averti dato una forza in più, stabilità e perseveranza nel continuare lungo questo cammino di dis-identificazione, ed ora in moto diretto continuerà ad accompagnarti lungo il percorso come un Maestro esigente forse, ma assolutamente saggio e presente, continuando a richiamare la tua attenzione all'essenziale e all'essenzialità che sei, conducendoti passo dopo passo verso quella dimora dove scoprirai chi sei veramente, nessuno ma il tutto contemporaneamente.

Leggi anche Saturno in Capricorno

Se lo desideri puoi seguirmi sulla Pagina Facebook

Buon cammino,

Claudia Sapienza


martedì 28 agosto 2018

Marte torna diretto: il guerriero si risveglia?






Ieri 27 Agosto Marte arresta il suo Moto Retrogrado trovandosi a 28° nel segno del Capricorno.
Il suo invito all'inizio della retro-gradazione nel segno dell'Aquario era quello di deporre la spada del rivoluzionario ribelle per iniziare una vera rivoluzione che avrebbe potuto portare più stabilità e centratura, ovvero una rivoluzione interiore. 

Significa che ora che torna diretto possiamo riprendere la spada in mano?

Non dal mio punto di vista. 

Se abbiamo accolto l'invito della retro-gradazione ora che torna diretto e per di più nel segno del Capricorno, abbiamo molta più forza e determinazione di lottare per mantenere quella possibile conoscenza che ci è stata trasmessa, o per osservare con ancor più distacco le emozioni che ancora potrebbero presentarsi per venir rilasciate utilizzando le energie del Capricorno per mantenere o raggiungere quell'essenzialità che anche Saturno ci invita a raggiungere. 

Se invece non abbiamo accolto l'invito evolutivo, ecco che questo Marte potrebbe farci sentire che finalmente abbiamo riassunto parte del controllo della nostra vita, sentendoci nuovamente più forti e determinati di prima. Questa la descriverei come un arma a doppio taglio, perché sentire di avere il controllo sulla nostra ed altrui vita ci porta solo più lontano dal risveglio di Coscienza che stimola piuttosto ad abbracciare una resa eterna, che non significa affatto non-azione, ma piuttosto accettazione a quello che è in questo momento, e da quella accettazione ritornare al centro e sentire secondo dopo secondo (e non prima!) quale è il prossimo passo da compiere al servizio dello Spirito.

Ricordo inoltre che Saturno, Plutone, Nettuno, Urano e Kirone sono ancora in moto retrogrado, dunque non mi azzarderei troppo a parlare di alleggerimento e di progetti che finalmente ripartono. I progetti personali poi devono per forza sottostare alle influenze planetarie personali, e questo significa mettere in relazione i transiti planetari attuali con il vostro tema di nascita. 

Alcuni potrebbero sentire una spinta in più (o meglio un freno in meno, entrambi sensazioni mentali), ma ciò non significa affatto (o per forza) che potranno fare quello che vogliono e raggiungere e realizzare tutti i loro desideri ora che poi Marte è in Capricorno e pertanto in esaltazione (secondo l'astrologia classica), molto dipende dal proprio tema natale personale e da diverse sollecitazioni planetarie, ma dato che non posso analizzarne uno ad uno, e dato che non è questo il mio intento principale, posso solo focalizzarmi sul cielo del momento mettendolo in relazione alla collettività e pertanto considerandoci UNO senza un tema natale individuale. 

La tensione delle ultime settimane

Nelle ultime settimane siamo venuti in contatto con le nostre peggiori paure, (alcuni se ne saranno accorti più di altri), paure sollecitate anche da fattori esterni che ci hanno parecchio destabilizzato attivando polemiche e giudizi che nascondevano in realtà una paura latente ancora difficile da vedere. Questo Marte è ancora in quadratura con Urano e lo sarà ancora per un un mesetto, pertanto tensioni esteriori non sono mancate e non mancheranno, proprio perché molti di noi hanno rifiutato (e ancora rifiutano) di osservare le tensioni interiori. 

Lo scopo di questa retro-gradazione (dal mio punto di vista) era quello di... Prima sollecitare e poi osservare (senza fare nulla) le paure riemerse legate ad un tempo ormai passato, al fine di poterle riconoscere attraverso la resa (e non la resistenza) per poter proseguire con più determinazione e maggior leggerezza.

Ma cosa succede se queste paure non sono state viste, accettate e liberate permettendo loro di fluire? come sopra scritto... Con Marte che torna diretto in Capricorno aumenterà il controllo, e la sensazione di avere il potere in mano, o la frustrazione nel rendersi conto che non abbiamo nessun potere. Questa frustrazione genererà rabbia e la rabbia genererà giudizio. (Un responsabile dobbiamo riuscire a trovarlo... ovviamente fuori)

Al contrario se siete riusciti ad abbracciare la resa e ad osservare cosa è stato sollecitate, vi inviterei ad utilizzare questo forte Marte per mantenerla questa resa e per osservare con distacco (Capricorno) le paure mentre stanno ancora presentandosi venendo sollecitate in ogni modo, ora ad uscire! (soprattutto dopo la scorsa Luna Piena).  

Presto Marte tornerà in Aquario e pertanto la quadratura si rinforzerà essendo Urano in Toro, ma se voi siete connessi momento dopo momento.. a questo momento... non solo sarete più forti in QUEL momento in cui si rinforzerà, ma (grazie alle paure che siete riusciti a lasciare andare e che continuerete ad osservare e lasciar andare), potrete più facilmente riconoscere la vostra unicità. 

Quell'unicità che appartiene solo all'Aquario, ma non all'Aquario ribelle, ma a quell'Aquario presente in ognuno di noi che ci dis-identifica da una storia, da un passato, da una cultura da un infanzia e da una vita passata ed addirittura da un nome, aiutandoci a riscoprire che al di là di tutte quelle identificazioni siamo davvero unici e non uguali ai nostri antenati o genitori, e che non apparteniamo affatto alla cultura che ci ha cresciuto, ma solo allo Spirito che ad ognuno di noi ha dato strumenti unici che potranno essere utilizzati pienamente solo quando ci saremo dis identificati da ogni ruolo che ci tiene ancorati al passato. 

Pertanto sfrutta le energie planetarie del momento per continuare a far fluire ogni possibile energia che con il moto diretto vorrà USCIRE, riconoscendole come un energia più in connessione alle emozioni legate al passato che ti impediscono di riconoscere chi sei al di là del tempo. 

Questo passaggio da Capricorno ad Aquario stimola la determinazione a riconquistare la nostra unicità come Spirito in missione, ma per riconoscerla dovrai prima liberare tutte le paure che ti impediscono di riconoscere chi sei, o soprattutto chi non sei, risvegliando il vero Guerriero, quello che si mette al Servizio di una causa più grande e forse ancora ignota. 

Dunque (per sintetizzare questo passaggio) Marte Retrogrado potresti visualizzarlo come un amo che all'inizio della retro-gradazione è entrato nell'inconscio collettivo per provocare e liberare tutte le energie legate alla paura ancestrale, energie pescate che ora, nel moto diretto,  dovranno uscire e liberarsi, affinché anche tu possa sentirti libero di essere chi senti di essere!

Dunque... Marte torna diretto in Capricorno? Lotta sì! Ma per tornare all'essenziale!

Claudia Sapienza

Se lo desideri puoi seguirmi sulla Pagina Facebook

giovedì 23 agosto 2018

La porta del Regno dei Cieli è aperta, vuoi entrare? LUNA PIENA IN PESCI 26 Agosto



"Se vuoi far ridere Dio raccontagli dei tuoi programmi"


Silenzio, ascolto e contemplazione per questa Luna Piena che splende nel segno del Pesci raggiungendo il plenilunio alle 13:56 del 26 Agosto in casa terza.
Un silenzio che per le nostre menti sempre intente a voler sapere, comprendere e controllare ogni cosa potrebbe risultare un po' caotica e dispersiva. Ma non sarà di certo questa Luna a portare caos, anzi questa dei Pesci è un energia meravigliosa ammesso che noi siamo pronti ad accoglierla lasciandoci trasportare dal flusso continuo che mai si è fermato ma che forse noi, da esseri umani, abbiamo fin troppo controllato non riuscendo più a percepirlo da molto tempo.

Il Sole da poco è entrato nel segno della Vergine, e questa è un energia che tende a controllare le emozioni soprattutto volendole innanzitutto comprendere ed analizzare.
Spesso, infatti, tendiamo a voler analizzare ogni evento che ci si presenta nell' esperienza chiamata vita. Come? volendolo comprendere innanzitutto. Il controllo infatti consiste nel voler comprendere cosa sta succedendo. E fino a qui tutto va bene! Capire ci rende più sicuri, a volte è davvero necessario comprendere e vedere la logica in ogni cosa senza cadere prede facili di cialtroni che ti vendono qualsiasi illusione (parola anche molto legata al segno dei Pesci). Ma se vogliamo entrare nel Regno dei Cieli questo bisogno dobbiamo lasciarlo andare, lui non può entrare.

Dobbiamo dunque puntare in alto ed andare a connetterci con la più alta vibrazione celeste. Pertanto non voglio interpretare il segno dei Pesci come "illusione" ed il segno della vergine solo come "controllo", anche se dovrò citare questa parola spesso perché è il controllo come bassa vibrazione, che ci impedisce di attingere alla più alta vibrazione dei Pesci e della Vergine.

Lo scopo ultimo è di far integrare le due energie e farle collaborare proprio perché sono in opposizione.

E pertanto il mio invito per questo Plenilunio, dopo che le emozioni che sono state sollecitate e provocate durante gli ultimi mesi e grazie alle eclissi, è quello di abbandonare (Pesci) ogni controllo (Vergine) che la vostra mente cercherà di assumere su tali emozioni, sugli eventi, e sull'immediato futuro.

Non vi è nulla da capire! E non vi è nulla da sapere nel regno al quale apparteniamo.

Dobbiamo piuttosto tornare a creare, a gioire, a sentire e a vivere!
E se davvero desideri uscire da questa sofferenza che ti porti appresso da tanto tempo, la prima cosa che devi fare è abbandonare ogni controllo e permettere alle cose di essere così come sono, quando lo sono! Devi diventare acqua (Pesci) ed in quest'oceano chiamato vita lasciarti fluire, ti devi abbandonare e ti devi fare trasportare dalle acque dello Spirito e questo significa anche che devi lasciar fluire ogni emozione, altrimenti all'oceano del Tutto (al tanto noto Regno dei Cieli) non potrai mai arrivare. Cercherai sempre di costruire dighe su dighe che prima o poi crolleranno travolgendoti in uno tsunami di emozioni, continuerai ad arrampicarti su uno scoglio perché pensi che stai per affogare, cercherai di uscire dal flusso perché non sai dove stai andando, e tutto questo sforzo immane non farà altro che tenerti prigioniero nel luogo dal quale cerchi di fuggire.

Nettuno è in Pesci da ormai tanto tempo, e ci sta stimolando ad abbattere ogni barriera che ci separa dallo Spirito che siamo invitandoci a lasciarci fluire, e questo può voler dire accettare anche la confusione, accettare che non possiamo sapere tutto e che ci sono saggezze e conoscenze alle quali la mente non può accedere! E questa saggezza vive nella profondità di ogni Anima.

Ci vuoi arrivare?

E lì a portata di mano, più vicino del tuo stesso respiro, il problema è che tu cerchi queste risposte fuori. In questo articolo magari, in corsi, seminari e libri. Ma la risposta non è fuori. E' solo dentro di te e ci potrai arrivare solo quando abbraccerai.

Dopodiché questo Sole in Vergine può stimolarti a sentirti libero di servire lo Spirito senza più nulla decidere, senza più nulla programmare, senza dover per forza comprendere. Senti e fai! 
Insieme al sentire (Luna) l'anima (Sole) segue il flusso della vita permettendole di essere cosi come si presenta, e questa è una condizione essenziale per riuscire a prendere sagge decisioni sapendo sempre dove dobbiamo essere e cosa dobbiamo fare sul momento, e non prima.

Al contrario se continuiamo a reagire con resistenza, giudizio e controllo cercando di dirigere la nostra ed altrui vita non facciamo altro che rimanere lì dove siamo e quella fiducia che tanto vorremmo avere, non la conquisteremo mai. Fiducia e controllo non vanno assolutamente d'accordo. 

Sarà il segno dello Scorpione ad ascendere ad Est incoronando Plutone e Marte signori di questo oroscopo, tra l'altro non sono molto distanti tra di loro, separati solo da 9 gradi. Entrambi vibrano nel segno del Capricorno in casa seconda. Non tanto lontano anche Saturno sempre in Capricorno e sempre in seconda.

Tutti e 3 sono in moto retrogrado e vibrano nella casa delle risorse, non economiche ma della più grande risorsa che abbiamo in relazione all'auto-stima e a noi stessi. Quanto mi sento sicuro? Ecco dove dobbiamo porre attenzione. Poco se controllo, tanto se lascio fluire con fiducia. Ma non posso lasciarmi fluire senza sostegno in questo mondo dove se ne vedono di tutti i colori, ci vuole infatti il sostegno dello Spirito, il punto è quanto lo sentiamo?

Quale dunque il messaggio integrando anche questi dettagli?

Lascia fluire (Pesci) con onestà (Scorpione) tutte quelle paure (Marte e Plutone) che ancora ti portano a controllare ogni cosa, evento e persona. Sii vigile ed osserva quanto controllo ancora assumi sulla tua ed altrui vita convincendoti che le cose devono andare come dici tu!
Questa è infatti la tua più grande prigione!

Saturno invita al tornare all'essenziale! e per raggiungere l'essenziale che è lo Spirito che siamo, questo controllo dobbiamo vederlo e lasciarlo andare! 
Sicuramente la prima emozione ad apparire dopo questa decisione sarà la paura, sentimento che avete senz'altro sentito in questo tanto discusso corridoio delle eclissi, infatti ci sono state mostrate le peggiori paure che ci impediscono di essere liberi. Bene dunque, se la paura si ri-presenta vorrà dire che è la prima emozione che dovremo lasciar fluire.

Ma cosa significa lasciar fluire un emozione?

Permettere a quell'emozione di esistere e di potersi esprimere, mentre noi ancorati al respiro osserviamo cosa accade dentro di noi.

Ricordo che fa più paura il pensiero della paura, che la paura stessa. 

Voi siete molto più immensi della vostra più grande paura, che può venir contenuta facilmente nell'immensità che siete, ma se vi concentrate sulla paura, come potete percepire lo spazio dell'infinito? (Pesci)

Se vi focalizzate sul controllo della Vergine cercando di sentirvi sicuri ed illudendovi che il controllo è la vostra più grande risorsa (casa seconda), come potete riuscire a percepire che la vostra mente, una volta al servizio dello Spirito, non ha più alcun limite e non ha più nulla da temere?

Come potete percepire chi siete e cosa siete venuti a fare come anima al servizio dello Spirito (Vergine) se ancora servite la mente che controlla, teme, dubita, non si fida, giudica, attacca ...

Il Sole fa un bellissimo trigono con Saturno ed Urano. E ci sta invitando a tornare all'essenzialità per poter gioire della vita nella sua pienezza e per poterlo fare il controllo dobbiamo lasciarlo andare.

Come essere umani controlliamo ogni cosa, vorremmo pure controllare il tempo, e ci continuiamo a lamentare in continuazione. Anche questo e' controllo, significa: voglio che le cose siano diverse, non mi piace, reagisco, resisto.. e voilà.. controllo la vita e la realtà che sto vivendo. In altre parole scelgo di rimanere prigioniero della mia mente, del mio passato, o delle mie convinzioni.

Dobbiamo sviluppare e ritrovare la fede! Giove splende in dodicesima e forma un bellissimo trigono con Nettuno prima citato! Dobbiamo lasciarci cadere nell'ignoto senza cercare di prevedere il domani e senza decidere come deve essere se vogliamo ri-contattare la saggezze dell'Anima.
Se ti fidi di Dio e dello Spirito.. ti devi fidare, altrimenti è inutile pregare. E se poi preghi e le cose non sono andate come volevi tu, devi continuare a fidarti che sia stata la cosa più giusta per te o per le persone per le quai hai pregato. Questa è la vera fede: Sia fatta la tua volontà! Devi avere il coraggio di pronunciare queste parole e devi avere la forza di ricordartele quando le cose non saranno secondo i tuoi piani.

Con 5 pianeti in moto retrogrado (Marte, Saturno, Urano, Nettuno, Plutone,), accompagnati da Kirone, dobbiamo rallentare il passo. Dobbiamo fermarci e smettere di programmare. Fermarci ed ascoltarlo e viverlo tutto questo presente! Dobbiamo stare al computer il meno possibile, in quanto accelera le vibrazioni parecchio portandoci ad essere più nervosi e veloci. Dobbiamo diventare questo momento per riuscire ad entrare nel flusso. Dobbiamo piuttosto utilizzare l'energia dei pesci per contemplare creare e danzare, dobbiamo essere come l'acqua che non si chiede dove sta andando, dobbiamo essere come il fiore che sboccia senza sapere quando.

Dobbiamo lasciarci fluire ed essere vita in movimento, altrimenti il Regno dei Cieli sarà solo l'ennesimo miraggio e solo un altro regno che vorremo comprendere spiegare e vivere con la mente, convinti che vi avremo accesso solo dopo la nostra morte fisica. Puoi accedervi in ogni istante!

E se ci vuoi accedere e vuoi scoprire chi sei veramente, l'abbandono del controllo e la fiducia totale è davvero fondamentale! Ed è infatti questa la tua più grande risorsa che ti riporterà all'essenzialità che sei: Nessuno, ma in quel nessuno scoprirai di essere il tutto: solo Spirito.

Buona vita a tutti!

Se lo desideri puoi seguirmi sulla Pagina Facebook

sabato 11 agosto 2018

VENERE IN BILANCIA: scegli con saggezza per stabilire l'armonia interiore




VENERE, poco prima del Novilunio in Leone con eclissi parziale di Sole entra in Bilancia e diventa grande protagonista di questo evento, governando il tema natale della Luna Nuova, dato che l'ascendente sarà in Bilancia.

Nell'esatto momento del novilunio Venere splenderà in casa dodicesima, nella casa della dissoluzione e della trascendenza pertanto il primo invito che viene dal cosmo è di creare un rapporto con lo Spirito, perché solo in relazione con lo Spirito possiamo sentirci sostenuti nelle nostre paure e battaglie terrene, ed andare oltre.

Senza un rapporto diretto che possiamo mantenere e creare in connessione totale con la Natura, cadiamo infatti preda della mente e del controllo che fa di tutto per mantenere un armonia che diventa e rimane però solo superficiale. Questo infatti il lato ombra di questo segno (la superficialità) che in realtà ci stimola a ristabilire e mantenere una pace ed un armonia interiori.

Ci accompagnerà per tutto il ciclo lunare. Osservate pertanto quanto lottate per mantenere un armonia che in realtà non c'é, quanto nascondete i vostri desideri in cerca di approvazione, e quanto controllate ogni emozione che la mente reputa negativa e pertanto sbagliata.
Osservate anche quanto pregate per allontanare tali emozioni o periodi difficili o quanto meditate per placare eventi, situazioni, o energia planetarie in atto che devono piuttosto fluire liberamente senza alcun controllo da parte nostra, noi possiamo fare ben altro per contribuire: accogliere l'invito evolutivo come scritto nell'articolo sulla quadratura di Marte e Urano.

Ogni emozione repressa crea solo danno.
La sessualità repressa, l'omosessualità repressa, la rabbia repressa... tutto ciò che viene represso dentro in un modo prima o poi si scaraventerà fuori provocando tanto dolore. Noi stiamo assistendo alla repressione (ma anche alla manifestazione) delle emozioni e pensieri di chi ci ha preceduto.
Occorre una dis identificazione da tutto ciò. Le emozioni e la rabbia che loro hanno espresso attraverso l'identificazione tanto quanto la repressione delle stesse non ha fatto altro che creare una realtà che noi di conseguenza continuiamo a giudicare, mantenendola in vita.

Marte ancora retrogrado in Aquario invita ad abbandonare le lotte del passato, non sono gli altri a dover riconoscere le nostre scelte, ma siamo solo noi a doverlo fare, senza più nasconderci reputandoci nel torto solo per essere diversi, portandoci a difenderci costi quel che costi, oppure a nasconderci (a dipendenza della nostra personalità).

Dietro tutte le emozioni che hai represso si trova la tua scelta! La scelta più giusta per te e che tu lo creda o no potresti prenderla nella più assoluta armonia. Si trova oltre tutto il controllo che hai assunto sulla tua vita e sulle tue emozioni, per scelta (seppure inconsapevole), pertanto per tornare a fare una scelta consapevole in sintonia con la nostra natura occorre prima sapere che abbiamo scelta, e poi occorre liberare le emozioni e le paure che ci impediscono di scegliere, solo così potremo ristabilire un'armonia interiore e relazionarci agli altri mostrandoci per quello che siamo veramente senza più nulla temere.

Sfrutta l'energia di questa Venere che sarà in Bilancia fino all'8 settembre per scegliere con saggezza da che parte stare.

Se lo desideri seguimi sulla Pagina Facebook

DONAZIONE

DONAZIONE
Se trovi questi articoli utili a conoscerti meglio per sfruttare al massimo l'energia planetaria, puoi scegliere di sostenere questo blog con una piccola e libera donazione. Scrivere questi articoli richiede tempo, studio e ricerca e vorrei sempre essere in grado di offriti la mia conoscenza. Grazie se scegli di sostenermi come puoi.